Partita riqualificazione ex scuola media, Dellonti: “Per lo sviluppo e l’immagine che merita San Lorenzo”

L’attesa è finita. La giunta Dellonti ha consegnato i lavori per la realizzazione dell’opera pubblica che tutti i laurentini auspicavano da almeno vent’anni: la riqualificazione dell’ex scuola media di piazza Verdi, nel cuore del paese. Un’opera pubblica capace di ‘rivoluzionare’, insieme alla conclusione della variante, l’aspetto di San Lorenzo, il suo sviluppo urbanistico e la viabilità, migliorandone al contempo l’immagine.

Il cantiere è stato aperto nei giorni scorsi e l’intervento, per un importo di ben 1.050.000 di Euro, è iniziato con le opere di smontaggio degli infissi ed elementi in metallo, per poi procedere con la demolizione dell’edificio che sarà effettuata da una ditta specializzata. L’opera è finanziata dai proventi della cessione delle quote del Comune nell’ambito dell’accordo provinciale di fusione tra Marche Multiservizi e Megas.Net, dall’avanzo di amministrazione 2017 e da altri fondi di bilancio. Un progetto che vede la sinergia tra pubblico e privato. L’amministrazione comunale, infatti, ha messo in vendita tramite bando di gara, una porzione del nuovo fabbricato che verrà a breve realizzato. La Banca di Credito Cooperativo di Pergola-Corinaldo si è aggiudicata metà del piano inferiore dell’immobile.

E’ partita una delle più importanti opere della storia laurentina – sottolinea soddisfatto il sindaco Davide Dellonti – che da tanti, troppi anni, i cittadini aspettavano. Un progetto nei programmi di tutte le ultime amministrazioni che ci hanno preceduto e che noi realizziamo come avevamo promesso grazie alla concretezza, lungimiranza e capacità di fare squadra che ci contraddistinguono. La nostra idea progettuale è stata molto apprezzata dall’istituto di credito del nostro territorio che realizzerà al piano terra la nuova propria sede. Un’opera che dà il via alla riqualificazione dell’intera piazza, permetterà uno sviluppo armonico del centro e regalerà un’altra immagine al paese. Un intervento che s’inserisce in un disegno ben preciso della nostra amministrazione: il “progetto per San Lorenzo”, il restyling del cuore di San Lorenzo per la rinascita del paese. Il progetto, dopo la riqualificazione della piazzetta intitolata a Gello Giorgi, i lavori in via San Demetrio e Vittorio Emanuele, la ristrutturazione della fontana della Pieve e il rifacimento, primo stralcio, di viale Regina Margherita, proseguirà con la realizzazione, già finanziata, di un nuovo tratto dello storico viale”.

I lavori hanno portato ad alcune modifiche della viabilità e non solo: “Cercheremo di limitare durante i lavori i disagi. Siamo in fase di acquisizione di un’area per ampliare i parcheggi. Intanto abbiamo spostato il mercato settimanale in via Vittorio Emanuele, scelta che sta trovando molti consensi tra cittadini e commercianti”.

L’edificio avrà due piani, collegati anche da un ascensore. “Al piano terra la piazza coperta a doppia altezza e la sede della banca, oltre al nuovo ufficio turistico in un corpo di fabbrica adiacente. Al secondo nuovi spazi comunali, sui quali stiamo già lavorando ad un nuovo interessante progetto. Il nuovo edificio è strutturato con aperture e bucature visive così da poter godere dalla piazza la vista della scalinata che porta al centro storico e del Palazzo della Rovere. Una struttura coperta che manca, preziosa anche per eventi e nei mesi invernali”. Tra un anno e mezzo se i lavori procederanno come previsto, tutto questo sarà realtà.

Comune di San Lorenzo in Campo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.