Festival della pizza pesarese da record: ecco i numeri della seconda edizione

 

Oltre 2600 pizze sfornate, 500 kg di farina, 300 kg di mozzarella, 2800 uova sode e 100 kg di maionese. Sono i numeri da record della seconda edizione del Festival della pizza pesarese, che nel week end appena trascorso, ha attirato in piazza del Popolo migliaia di persone: pesaresi e non, amanti della Rossini o semplicemente curiosi di assistere alle tante attività proposte. Dal contest per la Miglior Rossini a colazione, vinto dalla Pasticceria Gelateria del Porto, a quello della Miglior Rossini a merenda andato a Falcioni Social Bakery. Ancora la Miglior Rossini Home Made, con Roberta Aureli al primo posto, seguita da Alessio Travaglini e Adolfo Oliva. Grande successo anche per il Divoratore di Rossini, quest’anno il titolo se lo è aggiudicato Simone Lunadei, 30 anni bagnino di salvataggio, ha mangiato 13 rossini in soli 15 minuti (pizzette della Dolce Bottega).“Una seconda edizione riuscitissima – ha commentato il vicesindaco e assessore alla Bellezza Daniele Vimini – complimenti a tutti quelli che hanno lavorato alla riuscita dell’evento. Bello anche vedere pesaresi e non, incuriositi da questa proposta originale made in Pesaro. Questo Festival rappresenta un momento identitario, ma anche un’immagine fresca ed esportabile. Il lavoro che c’è attorno, compreso quello delle magliette e merchandising, fa capire che questo sta diventando sempre più un tema diffuso e amato tra i giovani. Ai prossimi Stati Generali del Turismo del 12 ottobre, discuteremo e penseremo a come farla crescere ulteriormente”. Presi d’assalto anche i Laboratori dedicati ai più piccoli, dove esperti del settore hanno pazientemente insegnato ai bambini il procedimento della Rossini.

Da record, l’evento della Rossini più grande del mondo, che ha visto lo stesso sindaco Ricci partecipare in pima persona alla farcitura della pizza da Guinnes: lunga 50 metri, 200kg di impasto, 400 uova, 80 litri di passata di pomodoro e 20 chili di maionese. “È un bilancio positivo – sottolinea l’amministratore unico di Pesaro Parcheggi Luca Pieri – la manifestazione è stata organizzata con qualità: non è una semplice sagra cittadina ma un momento di valorizzazione di un prodotto tipico locale che sta crescendo. I contest sono andati bene, facendo segnare il tutto esaurito: nelle tre giornate c’è stata una grande partecipazione di pubblico. Interessante la collaborazione con l’Istituto Alberghiero, la nostra intenzione è quella di implementarla negli anni”. Pizza da record cotta grazie al forno mobile “scorrevole” di Italforni, sponsor della manifestazione insieme a Trevalli. “eccellenza innovativa del nostro territorio – continua Pieri – Italforni ha deciso di regalare uno dei suoi forni proprio all’Istituto Alberghiero”. Oltre allo sponsor Italforni e Andrea Ricci i ringraziamenti vanno al ristorante “C’era una volta” per la grande e prelibata lavorazione e distribuzione della Pizza Rossini a tutti i partecipanti al festival; Ceccaroli Forniture Alimentari per i prodotti di alta qualità; Trevalli per la collaborazione e la mozzarella di prima qualità; Dolce Bottega per le buonissime pizzette Rossini nella gara il divoratore; Pesaro Parcheggi per organizzazione e gestione festival; Officine Creative Marchigiane per la comunicazione e la gestione dell’evento; Radio Incontro per la diffusione radio e social dell’evento; Pesaro Village per l’intrattenimento.

Appuntamento al prossimo anno per terza edizione!!!!

 

Comune di Pesaro

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.