Forse imputabile ad una gastroenterite la morte di un cane Alaskan Malamute. Migliorate le condizioni degli altri due

PESARO – Sembra che non siano stati bocconi avvelenati a procurare la morte di un cane Alaskan Malamute e il malessere di altri due esemplari della stessa razza nella manifestazione che ha avuto luogo a Pesaro a Baia Flaminia dal 28 al 30 settembre, come si pensava erroneamente all’inizio.

Raggiunto telefonicamente, l’organizzatore della manifestazione ha fatto sapere che l’esemplare deceduto, di 18 mesi, prendeva antibiotici già da quattro giorni, e la causa potrebbe essere imputabile ad una gastroenterite.

Domani mattina sarà portato ad uno zoo profilattico e si saprà per certo cosa è successo.

Degli altri due si può dire che si sono ripresi, uno ha disputato una gara di triatlon a mezzogiorno.

L’altro è stato portato nella clinica Santa Teresa, via Piave 23, di Fano per ulteriori accertamenti.

Al momento quindi i due esemplari stanno meglio.

Si aspetta l’esito degli esami per poter sapere di più su questa vicenda.

 

Rosalba Angiuli

Foto di repertorio del 28 settembre

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.