Meteo: NUOVA SETTIMANA, Estate subito KO già da Lunedì! Pioggia,Grandine, Bora, Maestrale, FREDDO. Ecco Dove

Possiamo anticiparvi che ormai l’Estate è KO, usando una metafora sportiva! Le giornate che diventano sempre più corte e il sole che scalda meno sono altri segnali di questo lento cambiamento stagionale. Dopo tre mesi di dominio quasi incontrastato dell’anticiclone africano sull’Italia a breve tutto crollerà con pioggia, grandine e venti di Bora e Maestrale. Vediamo dove.

Da lunedì 2 settembre correnti fredde nord-atlantiche si metteranno in marcia verso sud e raggiungeranno l’Italia sia dalla Valle del Rodano (Francia sudorientale), sia dalla Porta della Bora, (attraverso l’altopiano del Carso). Piogge e temporali giungeranno improvvisi dapprima sui rilievi alpini poi sulla Liguria, il Piemonte e la Lombardia verso il resto del Nord e anche la Toscana.
Altri temporali con grandine, sospinti da burrascosi venti di maestrale colpiranno la Sardegna e da qui il Lazio, la Campania ed il resto delle regioni centrali (forte maltempo è atteso su Marche, Abruzzo e Molise) e meridionali fino alla Puglia, mentre in Calabria e su molti settori della Sicilia, il sole sarà più prevalente. I fenomeni in tutte le località del Centro-Sud e del Nord-Est potranno essere localmente violenti con grandine, forti e improvvise raffiche e non è escluso che localmente si possano formare trombe d’aria (o marine sulle coste). Farà la comparsa anche la NEVE a quote medio-alte con vere e proprie BUFERE, in calo dai 2000 a 1700 metri sull’arco alpino e che faranno da contorno ad un evento tanto eclatante, quanto rapido. I venti freddi in arrivo causeranno inoltre un tracollo termico anche di 12°C nelle località più esposte.

Tra martedì 3 e mercoledì 4, la fase di maltempo si andrà a concentrare soprattutto al Centro-Sud. L’area di bassa pressione sul basso Tirreno si muoverà gradualmente verso lo Ionio continuando a condizionare negativamente il meteo sulle regioni centro-meridionali. Altrove, invece, il quadro meteorologico rimarrà incerto solo sull’area del Triveneto, dove potranno verificarsi residui piovaschi, mentre sul resto del Nord si avrà un miglioramento. Da segnalare infine, come già detto in precedenza, che i venti di Bora si intensificheranno sull’area adriatica centrale e settentrionale quindi i bacini adriatici centro-settentrionali risulteranno agitati o molto mossi. Forte Maestrale soffierà sulla Sardegna occidentale e sul basso Tirreno con moto ondoso agitato su tutti i mari adiacenti la Sardegna e ovviamente il Tirreno.

Giovedì 5 il maltempo andrà attenuandosi sulle regioni centro-meridionali, in attesa di un probabile grosso peggioramento nella giornata di venerdì 6 che coinvolgerà soprattutto il Nord Italia, ma ne parleremo più avanti con i prossimi aggiornamenti. Seguiteci!

Articolo del 1/09/2019
ore 14:29
di Salvatore de Rosa Meteorologo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.