Orchestra Sinfonica G. Rossini. Grande successo in Oman e Giappone

Lo scorso mese di marzo è stato per l’Orchestra Sinfonica G. Rossini un mese da ricordare. 2 tournée internazionali: Oman e Giappone. 2 produzioni operistiche: Falstaff a Chieti nell’ambito del Circuito Lirico Marchigiano e La scala di seta in Oman nell’ambito delle produzioni 2019 del Rossini Opera Festival. 3 produzioni proprie in Sinfonica 3.0 a Pergola, Pesaro e Fano. Numeri importanti che hanno richiesto un grande sforzo organizzativo e artistico ma che hanno dato all’OSR anche grande soddisfazione. In particolare, nell’incontro odierno in Sala del Consiglio alla presenza del presidente Salucci, del direttore generale Maronna e del segretario artistico Rosetti per la Rossini, del sovrintendente Palacio per il ROF e del vice sindaco e assessore alla Bellezza Vimini per il Comune di Pesaro nonché presidente dello stesso ROF si è parlato dei due tour internazionali.La produzione giapponese fa parte delle attività della rete Italia -Città del Vaticano -Giappone in cui l’Italia è rappresentata da OSR. Partita con dei concerti in Italia tra Pesaro, Fano e Roma questa rete si è poi sviluppata arrivando alla produzione di tournée internazionali in Giappone. Quella di quest’anno, infatti, è la quarta produzione in Giappone negli ultimi cinque anni. Autori principali di questa relazione sono stati Masahiro Shimba e Daniele Agiman. Da subito, poi, è stato coinvolto il Cardinale Francesco Monterisi ed il Comune di Pesaro che nella persona del vicesindaco, Daniele Vimini, prima e del sindaco, Matteo Ricci, poi hanno seguito l’iniziativa arrivando fino alla formulazione di un gemellaggio tra Pesaro e Kakegawa. Lo spirito che ha animato i promotori è stato quello di favorire attraverso la musica la conoscenza tra i popoli, la culturae la preghiera. Anche in questa tournée, infatti, la Rossini, oltre ad esibirsi in celebri sale da concerto, ha portato la musica nei luoghi colpiti dal terremoto e dallo tsunami del 2011. Volendo indicare i picchi lavorativi ed emotivi maggiormente coinvolgenti della tournée, ne possiamo citare due: il concerto del 5 marzo alla Suntory Hall di Tokyo, la sala più ambita del Giappone in cui hanno suonato tutti gli interpreti più importanti della storia e la partecipazione alla cerimonia di deposizione dei fiori dell’11 marzo a Souma, città distrutta dal terremoto. Di grande significato anche la visita al ristorante Pesaro, ristorante nato proprio a seguito di questa collaborazione. In sintesi, dalla musica si è passati al rapporto istituzionale (gemellaggio)per arrivare perfino al commercio (ristorante con prodotti del nostro territorio). Dal punto di vista artistico in Giapponel’OSR ha eseguito la Petite Messe Solennelle interpretando ancora una volta il ruolo di ambasciatrice di Rossini nel mondo così come in Oman al fianco del Rossini Opera Festival. Oman, infatti, l’OSR è stata chiamata dal ROF facendo seguito alla collaborazione artistica che ormai da anni lega le due istituzioni. In programma, 2 appuntamenti alla Royal Opera House di Muscat con “Lascala di seta”, un piccolo gioiello musicale impreziosito dalla regia di Damiano Micheletto. Trattandosi della prima esperienza alla Royal Opera House di Muscat per l’OSR, è stato al contempo un onore poter partecipare e motivo di grande soddisfazione ricevere numerosi riscontri positivi. Entrambe le recite in programma, infatti, hanno riscosso un importante successo di critica e pubblico. Una nota particolarmente gradita è stato l’auspicio comunicato al d.g.Maronna da Umberto Fanni, direttore artistico egenerale del ROH,di tornare a lavorare insieme in futuro.

Orchestra Sinfonica G. Rossini

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.