MARCHE OMAGGIO IN VERSI: POETI E INCISORI AIIA ANCORA INSIEME

Presso la sede della Società di Mutuo Soccorso di Pesaro, Sabato 13 Aprile 2019, alle ore 17,30, sarà inaugurata la mostra collettiva con le incisioni che illustrano il volume dedicato alla poesia marchigiana edito da Bertoni Editore nel 2018. Dopo il successo della presentazione nell’Ottobre 2018 pubblicato da Bertoni Editore e curato dal poeta e critico letterario Bruno Mohorovich, unitamente alla poetessa Elisa Piana, ritorna a Pesaro il volume dedicato all’antologia poetica “Marche – omaggio in versi”. Questa volta i curatori dell’opera hanno inteso omaggiare con una mostra collettiva, gli incisori dell’AIIA, che hanno impreziosito le pagine del volume con le loro opere. Infatti, ogni poeta era stato “presentato” con una produzione artistica che prendeva in esame il contenuto di una poesia, cogliendone così lo spirito e reinterpretando i versi secondo il proprio estro e la propria creatività. L’evento è stato reso possibile grazie anche all’interessamento del poeta dialettale Emilio Melchiorri, Presidente della Società di Mutuo Soccorso di Pesaro ed è stato promosso dalla Bertoni Editore, dall’AIIA (Accademia Internazionale Incisione Artistica) e patrocinato dalla Pro Loco di Candelara. Saranno presenti anche i due curatori dell’antologia e il presidente dell’Accademia Lorenzo Fattori. Il volume raccoglie le composizioni di 57 poeti marchigiani (tra i quali parecchi autori pesaresi) in lingua italiana ed in vernacolo. L’opera si compone in capitoli monografici dedicati ai singoli poeti e, come già ricordato, ad ogni scrittore è attribuita un’immagine incisoria realizzata da 10 artisti dell’Accademia che sono: Teresa Cagnoli, Lucia Ceci, Ilario Cicurilli, Rita Maccagnani, Mara Pianosi, Pierluigi Piccinetti, Muzio Piccioni, Gerardo Prosperi, Erika Ulusow e Liuba Zoni. Le composizioni in mostra illustrano il lavoro che da oltre 20 anni l’Accademia AIIA porta avanti per tramandare l’antica arte incisoria cercando sia di tramandare le antiche tecniche ma anche quelle nuove e sperimentali; infatti, le illustrazioni del libro in mostra esprimono la vivacità e ricchezza culturale del nostro territorio e la nostra piccola accademia è orgogliosa di aver curato la scelta delle illustrazioni che corredano il corpus delle immagini. La mostra è stata curata con solerzia e competenza dall’artista Mara Pianosi. La mostra collettiva è ospitata presso la sede della Società di Mutuo Soccorso di Pesaro, in via B. Cairoli, 53 e rimane aperta fino al 30 Aprile 2019. È visitabile nei seguenti orari: 10-12 e 16-18.

 

Rosalba Angiuli

One Reply to “MARCHE OMAGGIO IN VERSI: POETI E INCISORI AIIA ANCORA INSIEME”

  1. LE MARCHE

    Dicono che siam dove “l’Italia si piega” *
    Come l’umile fa per ringraziare il Suo creatore
    Riconoscendo i doni usciti dalla Sua bottega
    Creandola con sapienza e grande amore

    Da un lato c’è l’Adrio mare che la bagna
    A sud si siede sull’Abruzzo, col suo bel Piceno
    Intorno ha Lazio, Umbria, Toscana, e la Romagna
    E San Marino, la guarda da un alto colle ameno.

    Varie gamme di bellezza sfoggian le sue sponde,
    Adorne di bouganville e palme di bellezza tropicale,
    Vellutati arenili che dolcemente spengono le onde
    E falesie e promontori dove si scontra il mare

    Il paesaggio agreste a toppe variegate
    Dove i suoi colli si baciano col mare
    E i piccoli borghi che sanno di passato
    Contengono opere d’arte d’ammirare

    Il marchigiano ama e cura questa terra
    Dagli ermi colli ai monti che sembrano sculture
    Come un’opera d’arte la sa rendere bella
    Con la tavolozza variopinta dalle sue culture

    La forza e la bellezza dei sui bianchi bovini
    Un tempo usati per lavorar la terra
    Ora catturano lo sguardo innocente dei bambini
    Trasmettendo serenità e ripudio per la guerra

    I giovani in sella a grosse moto se ne vanno
    Come il lor campione che chiamano: “Dottore”
    Sperando di non fare nessun danno
    Facendo udir con vanto, il rombo del motore

    Dai sui porti il pescatore sbarca del buon pesce
    Che si sposa con il prelibato sapore dei sui vini
    E delle sue fisarmoniche il buon umore esce
    Per rallegrare il cuore di vecchi e di bambini

    Nell’aria senti il profumo di mare e di ginestra,
    Il suono delle foglie del suo possente rovere,
    L’odore di deliziosi cibi esce da ogni finestra
    Cosi che la malinconia tu la puoi rimuovere

    Dal silenzio dei suoi colli, qui vedi l’infinito
    Dai suoi antichi borghi è uscito il genio umano
    Qui tutto è a misura d’uomo ed è addolcito
    Come le sue ciliegie, qui tutto è Marchiano

    Terra d’etereo canto, di Soprani e di Tenori
    Ugole d’oro del Bel Canto e di Stornelli
    Ai quali il mondo intero rese onori
    Gigli, Del Monaco, Tebaldi e pur Corelli

    E qui prese dimora il Mito: Big Luciano
    Sulla Flaminia Bàia che ispira a glorificar l’Eterno
    E in questa terra, su un colle Marchigiano,
    Di fronte all’Adrio mar che non sta fermo

    Scopri la profondità della poesia Leopardiana
    Mentre il vento sfiora quei colli dipinti dal pennello
    Come il crescendo di una sinfonia Rossiniana
    Diretta dalla mano marchigiana del sommo Raffaello

    Vitaliano Vagnini (Aprile 2017)

    * “Dove Italia si piega” sono le Marche. (Descrizione di tutta Italia, di F. Leandro Alberti, bolognese 1553)
    Ancona, o “Ankon” in greco significa gomito, cosi la chiamarono i Greci che la fondarono.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.