“valorizziAMO i centri storici, sosteniAMO l’economia locale”, a San Lorenzo in Campo contributi, esenzioni, riduzioni per cittadini e attività

La Giunta Dellonti conferma anche per il 2019 l’importante pacchetto progetto “valorizziAMO i centri storici, sosteniAMO l’economia locale”.Decoro e valorizzazione dei centri storici, contrasto al loro spopolamento, sostegno ai cittadini, alle imprese e alle nuove attività: sono questi i principali obiettivi dei vari provvedimenti voluti fortemente dall’amministrazione comunale. Contributi, riduzioni, esenzioni per quanto concerne Imu, Tari, Tosap, restauro facciate, nuove attività, No Slot, nuove nascite e imprese che assumono dipendenti. 

«Parallelamente ai nostri rilevanti investimenti, che continueranno quest’anno con la riqualificazione dell’ex scuola media di piazza Verdi e il restyling del borgo di Montalfoglio – spiega il sindaco Davide Dellonti – mettiamo in campo anche per il 2019 delle importanti misure per valorizzare il centro storico del capoluogo e quelli delle frazioni, a sostegno delle famiglie e delle attività. Sono previsti contributi per il restauro delle facciate, la riduzione dell’aliquota Imu e l’azzeramento della Tosap per abitazioni interessate da interventi edilizi che prevedano anche la sistemazione delle facciate esterne, la riduzione della Tari per nuove attività commerciali e quelle ‘No slot’. Sempre per la Tari sono previste riduzioni per utenze domestiche del nucleo familiare dove quest’anno nasce un bambino e per attività commerciali e artigianali che dimostrino di aver assunto a tempo indeterminato nuovo personale».

CONTRIBUTI RESTAURO FACCIATE EDIFICI CENTRO STORICO

Confermati i contributi a fondo perduto in conto capitale per interventi di manutenzione straordinaria, risanamento conservativo e ristrutturazione; l’intervento complessivo dovrà riguardare anche la facciata prospiciente la via pubblica. Il contributo varia dal 10% al 15% in base al reddito ISEE, per un massimo di 2500 euro ad intervento. Il beneficio riguarda il centro storico del capoluogo e quelli delle frazioni di San Vito sul Cesano e Montalfoglio. Il contributo è soggetto a bando.

IMU

Per abitazioni dei centri storici interessate da interventi edilizi di manutenzione straordinaria, ristrutturazione, restauro e risanamento, che prevedano anche la sistemazione delle facciate esterne, l’aliquota sarà notevolmente ridotta, al 6,60 per mille, invece di quella base pari al 9,50, per 3 anni dalla data di ultimazione lavori. La misura è stata resa stabile e strutturale.

TOSAP

Azzerata per le abitazioni (principali), nei centri storici, che saranno oggetto di interventi edilizi di manutenzione straordinaria, ristrutturazione, restauro e risanamento, prevedendo recupero della facciata esterna, per la durata dei lavori.

TARI – Riduzioni “Nuove attività commerciali”

Per nuove attività commerciali nei centri storici vige la riduzione del 50% della tariffa fissa e variabile; riduzione del 25% della tariffa fissa e variabile, per tutte le nuove attività commerciali anche fuori dai centri. La misura di agevolazione, anche per il 2019, è valida per i primi 3 anni di attività.

TARI – Riduzioni “NO SLOT”

Confermata la misura per bar, caffè, pasticcerie che dimostrano di non aver installato apparecchi per gioco lecito o che dimostrino di averli rimossi: la riduzione è pari al 40% sia della fissa che della quota variabile. Confermata anche la riduzione del 10% (quota fissa e variabile) valida per ristoranti, trattorie, osterie e pizzerie “No Slot”.

TARI – Riduzione “Nuove nascite”

Confermata anche per il 2019 la riduzione del 25% su quota variabile, per le utenze domestiche del nucleo familiare dove con decorrenza dal 01.01.2019 nasce un bambino, con reddito ISEE del nucleo familiare inferiore a 15.000,00 euro. La riduzione viene riconosciuta per la durata di 2 anni dalla data dell’evento.

TARI – Riduzioni “Incremento del lavoro”

Confermata anche per il 2019 la riduzione del 15% su quota fissa e variabile, per le utenze non domestiche relative ad attività commerciali, artigianali ed attività produttive in genere che dimostrino di aver assunto a tempo indeterminato nuovo personale disabile o persone iscritte alle liste di cui alla L. 68/99 (categorie protette). Riduzione del 10% in caso di assunzione di nuovo dipendenti di tutte le restanti categorie di lavoratori, con contratto a tempo indeterminato o tempo determinato per almeno 2 anni. La riduzione viene riconosciuta per un periodo di 2 anni.

Per maggiori informazioni: Ufficio tributi del Comune – Piazza Umberto I n. 17 – Dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 13; Martedì dalle 15.30 alle 18 – tributi@comune.sanlorenzoincampo.pu.it – 0721.774211

Comunicato e foto da:

Comune di San Lorenzo in Campo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.