Torre Panoramica? Parliamone… Con foto

Questo slideshow richiede JavaScript.

PESARO – All’inizio, prima della sua installazione davanti alla Palla di Pomodoro, nella rotonda di fronte al mare, se ne è parlato tanto e con diffidenza, ma certamente è diventata per Pesaro una vera e propria attrazione turistica, frequentatissima, specialmente in queste prime domeniche assolate di primavera.

Sono molti, infatti, coloro che scelgono di salire a bordo dell’anello circolare per raggiungere i 75 metri di altezza e per poter ammirare un suggestivo panorama, bellissimo e unico nel suo genere, con in sottofondo la musica di Rossini.

Parliamo proprio della Torre Panoramica, alla quale ormai i pesaresi sono un po’ tutti affezionati e della quale probabilmente sentiranno la mancanza quando verrà rimossa per raggiungere un’altra destinazione e lo facciamo con Dario Barone.

-Come sta andando la Torre?

“Potrebbe andare meglio ma non ci lamentiamo. La primavera è iniziata da poco e prevediamo di avere una certa affluenza nei mesi a venire”.

-Fino a quando rimarrà installata a Pesaro?

“Ci fermiamo qui fino a settembre, dopo andremo in un’altra città italiana, oppure fuori Italia”.

-La Torre piace alla gente?

“Sì, abbiamo notato che alla gente piace, è una vera e propria attrazione turistica, non è la solita giostra, è proprio una Torre Panoramica, la più alta d’Europa e piace alle famiglie. La gente si diverte. Dall’alto, infatti, si ammira uno splendido panorama che comprende l’area molto vasta di Pesaro, e a sud Fano, il Conero, mentre a nord si arriva a vedere anche il grattacielo di Rimini”.

-Ci sono lamentele per il costo del biglietto d’entrata?

“Noi diamo un prezzo e un servizio per quel prezzo. Anche se si va al supermercato la gente si lamenta. Ma noi, per il prezzo che facciamo, pensiamo di essere apprezzati. Abbiamo biglietti ridotti per le famiglie, i bambini dai 2 ai 10 anni pagano un ulteriore ridotto, facciamo sconti alle comitive”.

-Il pesarese è salito sulla Torre?

“Il pesarese è venuto molto volentieri, ma sono arrivate anche tante persone da Rimini, Riccione…”

-In caso di maltempo?

“Quando c’è il vento ci sono dei sensori computerizzati che, in automatico, se la struttura è in funzione, la rimandano lentamente a terra. Non ci mettiamo in opera. Rispettiamo i limiti massimi di sicurezza, come il primo soccorso, il sistema di evacuazione, siamo preparati con attestati. Lo staff è formato da sei persone”.

-Cos’è essenziale?

“La manutenzione. Ogni giorno le dedichiamo tre o quattro ore, la mattina presto. Prima di ogni apertura al pubblico la Torre viene testata per vedere se c’è qualche anomalia. Se è tutto ok, può partire, altrimenti mettiamo un cartello con scritto non funzionante”.

-Come viene illuminata?

“L’illuminazione è al led. Di solito è accesa fino a tarda notte, a meno che non ci sia qualche impedimento. Possiamo cambiare i colori. Per il Giro d’Italia, per esempio, sarà tutta rosa. C’è stata una giornata dedicata alla SLA e abbiamo messo un colore particolare che ci è stato richiesto. Abbiamo un programma che ci permette di modificare il colore. Ci sono anche degli schermi posizionati in alto. Siamo in un posto molto bello, vogliamo che la Torre non sfiguri. Quest’estate sarà illuminata fino a tardi”.

-Ci dispiacerà quando a settembre la Torre verrà tolta. Ne sentiremo la mancanza. Dove andrete dopo?

“La Torre viaggia in tutto il mondo. La compagnia che la gestisce è olandese, italiana e tedesca. Oltre questa attrazione abbiamo la ruota panoramica che andrà a Rimini. In Germania la stessa famiglia ha altre attrazioni che, però, arrivano a 50 metri di altezza. Questa è la Torre più alta”.

A cura di Rosalba Angiuli

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.