In uscita a maggio per la Collana “Sestante”, 44: NERUDA, una monografia di Gabriele Morelli

Quando nel 1934 Pablo Neruda giunge a Madrid, García Lorca lo presenta come «un poeta più vicino alla morte che alla filosofia; più vicino al dolore che all’intelligenza; più vicino al sangue che all’inchiostro». Gabriele Morelli, che ha avuto la fortuna di conoscere personalmente Neruda, ripercorre le stagioni della sua immensa produzione letteraria, legge le raccolte dei versi, racconta i libri delle memorie e gli incontri avuti con numerosi scrittori, e lo fa attraverso un confronto serrato tra vita, opera e politica. Il poeta cileno partecipa attivamente all’affermazione del realismo socialista e, dopo la rivelazione dei crimini di Stalin, vive un profondo dissidio polarizzato fra intimismo e militanza marxista. L’interesse per l’attualità storica e la vicenda politica internazionale non viene mai meno. L’ultima attività letteraria segna un ritorno alla vena piú strettamente biografica, motivata dalla storia d’amore di Neruda con Alicia Urrutia, di trent’anni più giovane, nipote della moglie Matilde, tenuta a lungo segreta e causa del suo allontanamento dal Cile. Pur osteggiata, la relazione fra i due continua e ispira la raccolta inedita Álbum de Isla Negra, scritta pochi anni prima della morte del poeta, avvenuta il 23 settembre 1973, in coincidenza con il golpe militare di Pinochet e la fine violenta dell’amico Allende. Lapoesia di Neruda, che nel 1971 riceve la consacrazione ufficiale del Premio Nobel, canta l’amore, l’epica latinoamericana, la natura primigenia del Cile e, soprattutto, invita alla solidarietà umana. Il critico Harold Bloom lo considera l’erede naturale di Whitman: «Nessun poeta del Novecento e dell’emisfero occidentale –scrive –regge un confronto aperto con lui».

GABRIELE MORELLI, professore ordinario di Lingua e Letteratura spagnola, ha insegnato presso l’Università di Bergamo. Si è occupato dei poeti del Novecento, movimenti d’avanguardia, epistolari spagnoli. A Neruda ha dedicato numerosi saggi e libri, tra cui le edizioni di Veinte poemas de amor, Cartas de amore, recentemente, Poesía política (Madrid 2018). Per Salerno Editrice, in questa stessa collana, ha pubblicato García Lorca (2016).

 

Redazione

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.