La poesia dello scrittore fanese Ermanno Pierpaoli

Lo scrittore fanese Ermanno Pierpaoli, autore di nove romanzi, è anche un poeta con suggestivi versi, che in questi giorni sono stati raccolti nel libro L’IMPREVISTO POETICO NEI VERSI DI ERMANNO PIERPAOLI. La poesia ha sempre accompagnato il percorso artistico di Pierpaoli, fin dagli anni della sua carriera industriale nell’interland milanese, con passaggi, frammenti, che si svolgono intorno ad avvenimenti, micro storie quotidiane, legate agli affetti, in primo luogo alla moglie Irene a cui ha dedicato la poesia L’AMICO VENTO:

CERCO NELLA VOCE DEL VENTO. IL RICORDO DELLA TUA VOCE. IN QUEL RICHIAMO LE TUE PAROLE. IN QUEL SUSSURRO UN GRANDE AMORE MI GIUNGE LONTANO DALLA GIOVENTU’ CHE INVITA L’ASCOLTO DI QUEL MOMENTO. RIDAMMI QUEL VENTO DEI RICORDI DELLE MIE PAROLE NON PERDERNE L’ASCOLTO QUELLE DELL’ANIMA CHE VUOL PIANGERE COL VENTO. ERA BELLA LA VITA SENZA RIMPIANTI DOLCE LE ATTESE DI FELICITA’, NULLA CI RESTA…SOLO IL RICORDO DEL VENTO CHE PASSA….MA TACERA’.

In questa poesia d’amore, Pierpaoli presenta alcuni elementi fondamentali della sua poetica: il ricordo, il vento e il silenzio. Temi che svilupperà anche in altre poesie, che diventeranno sempre piu’ interiori come A COLLOQUIO CON L’ANIMA. La spiritualità di Ermanno Pierpaoli, la ricerca dell’amore che da questa poesia trovano la realizzazione di un romanzo IMPRONTE SULLA SABBIA, dove il colloquio con l’anima è costante in un peregrinare dal mare Adriatico al mare Tirreno, di un uomo, Ulisse del nostro tempo, alla ricerca del primo amore. E il poeta già nei primi versi di A colloquio con l’anima, sogna, legato a quelle illusioni leopardiane, che fanno parte della sua vita, un collegamento materno, alla bella Recanati.

TACEVANO I PENSIERI PERCH’IO RITROVASSI I SOGNI, PERSI NEL LIMBO FEROCE DEGLI ANNI ILLUSI. A RINCORRERE UN FALSO VIVERE CHE PIU’ NON SVELA I RANCORI VISSUTI, CHE TACITAR SI DEVE PER NON SOFFRIRE…..

Pierpaoli ha questa forza interiore,che cerca di scardinare gli odi e i rancori, le afflizioni del vivere quotidano. QUANTE SPERANZE ACCECATE DALL’ODIO, QUALI I VALORI CHE SONO CENERE DISPERSI DAL VENTO. Un altro tema amato da Pierpaoli è il mare, la sua grandezza infinita, l’azzurro, che si ritrovano nei versi de IL GABBIANO:

PIUMA DEL MARE/ AGILE NEL VENTO/ SINUOSO NEI TUOI RIGIRI RAPACE E FORTE NELLA PROCELLA. IN TE SPECCHIO LA MIA ANIMA/VOGLIOSA DI SPAZI INFINITI, ALLA RICERCA PERENNE DI UNA VERITA’ CHE MAI VERRA’.

In questa poesia Ermanno Pierpaoli raggiunge quell’esigenza di catarsi, di purificazione del verso, che contiene tutti i significati antropologici,religiosi e intimi dell’esistenza umana.

PAOLO MONTANARI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.