Papa Francesco a Loreto il 25 Marzo. Intervista a Padre (Dom) Bernardo Gianni che predica al Papa per la Quaresima

Papa Francesco sarà a Loreto, presso la Santa Casa il 25 Marzo, festa dell’Annunciazione e per questa circostanza le diocesi marchigiane, fra cui quella di Pesaro, si stanno organizzando per fare dei pullman per raggiungere il Santuario mariano e incontrare il Santo Padre, che intanto si sta preparando per la Quaresima.

Papa Francesco ama molto avere nei più importanti momenti liturgici dei predicatori, pensiamo a padre Raniero Cantalamessa. Per questo periodo quaresimale 2019 ha scelto un abate benedettino di San Miniato al Monte per le meditazioni di Quaresima, alla Curia romana.

 

-Padre Bernardo Gianni, o meglio Dom, come è nato questo incontro con papa Francesco?

 

“In un pomeriggio di gennaio, IL PAPA DELLE PRIME VOLTE,  come è stato chiamato in un bel libro recentemente pubblicato dall’edizione San Paolo, mi ha telefonato direttamente. Potete immaginare che sorpresa. E’ stato un evento del tutto inatteso. Credo che al Santo Padre sia arrivata la notizia del mio impegno per il Convegno nazionale della Chiesa Italiana che si è tenuto a Firenze nel 2005 e con alcune iniziative aperte a tutti per il millenario di San Miniato. Mi sono stupito ed ho detto a papa Francesco che non avevo un profilo accademico e teologico, tale da farmi chiamare come predicatore al Vaticano. Ma papa Francesco, il papa rivoluzionario dei nostri tempi, ha risposto che questo fatto è molto positivo”.

 

-Lei Dom è considerato un monaco social. Come ha voluto dialogare con la Curia romana?

 

“Saranno i versi del poeta conterraneo Mario Luzi a dare il via alle dieci meditazioni  in programma,che si avvicineranno alla lezione spirituale del sindaco di Firenze, Giorgio La Pira. In particolare partendo dal testo poetico di Luzi, SIAMO QUI PER QUESTO, del 1997, dedicata a San Miniato, vorrei comunicare il valore della Bellezza. Una poesia come pratica di salvezza che si fa accorato appello alla memoria dei fiorentini per restituire presente e futuro al sogno del loro indimenticabile sindaco profeta,Giorgio La Pira. Una bellezza teologale che proporrò a Roma, provando a sviluppare il tema della generosità della Chiesa nella vita del mondo”.

 

-Dunque la città degli ardenti desideri, secondo Luzi, sarà il filo conduttore delle meditazioni in corso con la Curia romana, fino al 15 marzo presso la Casa Divin Maestro ad Ariccia?

 

“Ogni meditazione avrà per titolo un verso della poesia SIAM QUI PER QUESTO.  Sarà lo spunto per declinare il tema della vita monastica in rapporto alla città. Con i versi di Luzi proverò a svolgere una missione di generosità della Chiesa nel mondo, in una dimensione di memoria, speranza, mistero e accoglienza, che introduce all’amore di Dio. Racconterò il sogno lapiriano di una città ricca di Vangelo, le difficoltà che ci impediscono quotidianamente di assimilare le nostre realtà urbane al sogno di una nuova Gerusalemme e allo stesso tempo la speranza riposta nello Spirito Santo soprattutto per le ultime generazioni”.

 

A CURA DI PAOLO MONTANARI

 

Nella foto di repertorio Loreto

Da: http://www.guidamico.it

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.