Leggere, leggere…… riflettere, rubrica editoriale a cura di Paolo Montanari

In questo numero della rubrica voglio segnalare ai nostri lettori libri tutti al femminile.

Iniziamo con LETTERE DI PAOLINA LEOPARDI A TERESA TEJA DAI VIAGGI IN ITALIA 1859-1869 a cura di Lorenzo Abbate e Laura Melosi (Leo S.Olschli editore). La dottoressa Gloria Manghetti, Direttore del Gabinetto Vieusseaux di Firenze ha sottlineato come il rapporto fra Giacomo Leopardi e il Gabinetto fiorentino nella figura del padre fondatore, costituisce senza alcun dubbio uno dei momenti più alti ed ineguagliabili. In anni più recenti l’Istituto è tornato spesso e sempre a rievocare quel segmento importante di un percorso ormai bicentenario attraverso iniziative diverse, tutte ispirate alla biografia e all’opera leopardiane: per esempio collaborando all’anteprima fiorentina del film di Mario Martone IL GIOVANE FAVOLOSO DEL 2014, oppure con la straordinaria edizione dello ZIBALDONE DI PENSIERI DELLA CACCIAPUOTI. Nel solco di una tradizione tanto ampia quanto articolata l’Istituto ha condiviso il progetto di pubblicazione delle 119 lettere inedite di Paolina Leopardi alla cognata Teresa Teja, sposata in seconde nozze con Carlo, secondogenito del conte Monaldo e della marchesa Adelaide Antici. Di Paolina Leopardi (Recanati 1800 – Pisa 1869), sono note la sensibilità e l’acutezza dell’ingegno, la capacità di applicazione letteraria in proprio e a finaco dei fratelli e del padre. La duttilità psicologica che le valse in famiglia l’appellativo di “tutta di tutti”. La sua esistenza trascorse solitaria e intimamente desolata nella Marca pontificia, ma gli ultimi dieci anni, vissuti all’insegna di una disponibilità di sé prima sconosciuta, tanto da essere defnita da Laura Melosi, curatrice del saggio, UNA VIAGGIATRICE IN UNA FANTASMAGORIA PIACEVOLISSIMA, che le fece riscattare la marginalità. Fu allora che la contessa Leopardi iniziò a vIaggiare nel paese che si andava costituendo come Nazione, visitando le principali città centro-meridionali. A spingerla a compiere il grand tour fu l’arrivo a Recanati di Teresa Teja. A lei sono indirizzate le lettere raccolte, per la prima volta in questo volume che risponde a un preciso e unitario progetto editoriale, concepito dalla destinataria nel 1878, e mai approdato alle stampe. Un carteggio di poco inferiore a quello che Paolina intrattiene con le sorelle Brighenti lungo l’arco della sua vita. Lettere che denotano spunti di storia sociale e di storia delle donne, dei rapporti e degli stili di vita dell’elite femminile ottocentesca.

Roberta Pedrotti è l’autrice del bel saggio LE DONNE DI GIOACHINO ROSSINI NATE PER VINCERE E REGNARE, con prefazione di Gianfranco Mariotti (Odoya eidtore). Nell’immaginario collettivo l’eroina del melodramma è votata al sacrificio: dalla tisi di Violetta in Traviata al sacrificio di Cio Cio San in Turandot, per malattia fisica o mentale, per mano propria o altrui, sembra difficile uscire da un clichè o meglio stereotipo che vorrebbe la donna vittima angelicata e incarnazione del male. Si tratta tuttavia di una visione parziale nella storia dell’opera lirica le dovute eccezioni. La principale di queste la si ritrova nel catalogo rossiniano, in cui vi è una serie di ritratti femminili di grande potenza e complessità che perfino una vittima predestinata come Desdemona nell’Otello rossiniano appare più forte e determinata del Moro di Venezia. Dallla principessa Lisinga, pronta a impugnare le armi per salvare l’amato in DEMETRIO E POLIBIO, fino alla principessa austriaca Mathilde, che abbraccia la causa rivoluzionaria in Guillaume Tell, si susseguono eroine buffe e tragiche che delineano un’immagine della donna ricca di sfaccettature. Fra tutte Maltilde di Shabran, intrepida emula di Armida decisa a sedurre un castellano folle, sadico e misogino e a riportare la giustizia nel suo feudo.

OGGI E’ IL GIORNO GIUSTO PER DARE UNA SVOLTA ALLA TUA VITA di Raphaelle Giordano (Garzanti editore), è il nuovo romanzo dell’autrice del best seller LA TUA SECONDA VITA COMINCIA QUANDO CAPISCI DI AVERNE UNA SOLA. Anche nel nuovo romanzo il tempo e il cambiamento dominano il tessuto narrativo della storia. Meredith messa di fronte a una scelta dal compagno Antoine, che vorrebbe dare una svolta al loro rapporto, non è più sicura di quale sia la scelta giusta e ha bisogno di fare chiarezza. Finchè l’amica del cuore Rose non le regala un taccuino in cui la protagonista può annotare in sei mesi di viaggi, tutte le sensazioni, dubbi, e sentimenti per comprendere il vero indirizzo della propria vita.

PAOLO MONTANARI

Foto Danilo Billi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.