Corea, una guerra dimenticata (il Mulino 2019, pp. 392)

Mercoledì 13 marzo 2019 alle ore 17,30 nella sala conferenze (g.c.) di palazzo Ciacchi (via Cattaneo, 34 – Pesaro), nell’ambito della serie “Pesaro Storie” la Società pesarese di studi storici propone, in collaborazione con il Comune di Pesaro, uno studio di Gastone Breccia

Corea, una guerra dimenticata
(il Mulino 2019, pp. 392)

Le operazioni belliche nella penisola coreana iniziarono di sorpresa il 25 giugno 1950 e si conclusero, dopo impressionanti variazioni del fronte, il 27 luglio 1953 con la firma di un armistizio. Un conflitto terribile, che ebbe insieme i tratti della guerra-lampo e delle offensive della Grande guerra. Più di tre anni di combattimenti, centinaia di migliaia di morti tra i militari dei Paesi belligeranti e almeno un milione e mezzo tra i civili; la Corea devastata, il mondo sospinto a un passo da un conflitto nucleare; una pace mai firmata e dunque una crisi irrisolta, che ancora oggi – come ben sappiamo – a tratti fa risalire la tensione internazionale: ma, nonostante ciò, la guerra di Corea è per eccellenza la guerra “dimenticata” del XX secolo.
Eppure il nostro mondo ne deriva, perché quel conflitto segnò il ritorno della Cina tra le grandi potenze; e fu con il rapido riarmo degli anni 1950-1953 che iniziò la trasformazione della società statunitense in una “macchina bellica” destinata a contrastare l’espansione comunista nel mondo e a  “combattere per la libertà e la democrazia”. La guerra di Corea, insomma, oggi sembra il tragico laboratorio di tanti conflitti successivi e contemporanei.

Gastone Breccia, dottore di ricerca in Scienze storiche, dal 1997 è ricercatore di Civiltà bizantina, prima presso l’Università degli studi della Basilicata, poi presso quella di Pavia. Negli ultimi anni si è dedicato alla ricerca in campo storico-militare anche al di fuori dell’ambito della bizantinistica. Esperto di teoria militare, di guerriglia e controguerriglia, ha condotto ricerche sul campo in Afghanistan (2011) e nel Kurdistan (Iraq e Siria, 2015). Tra le più recenti pubblicazioni: L’arte della guerra. Da Sun Tzu a Clausewitz (2009); I figli di Marte. L’arte della guerra a Roma antica (2012); L’arte della guerriglia (2013); La tomba degli imperi (2013); Le guerre afgane (2014); Nei secoli fedele. Le battaglie dei Carabinieri 1814-2014 (2014); 1915. L’Italia va in trincea (2015); Guerra all’Isis. Diario dal fronte curdo (2016); e di recente (nel 2018) Lo scudo di Cristo. Le guerre dell’impero romano d’Oriente, e anche La fatica più bella. Perché correre cambia la vita: infatti Gastone Breccia è anche un maratoneta.

La cittadinanza è invitata.

Comunicato e locandina inoltrati da:

Riccardo Paolo Uguccioni

Società pesarese di studi storici

via Zongo, 45 – 61121 Pesaro PU

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.