Poesia e dialetto: la poesia di Ennio Donati per una nuova collana poetica

Che cos’è il dialetto/ vernacolo se non identità culturale? Di più il legame con le proprie origini, quell’albero che affonda le proprie radici nella nostra storia. A scuola se ne sono perse le tracce; i non più giovani ricordano ancora Trilussa, Porta, Belli, Di Giacomo… forse non ne hanno studiato neanche una poesia, ma quantomeno, affrontando lo studio della letteratura italiana ne hanno sentito parlare. Fortunatamente, ogni regione ed ogni città vanta la presenza di personaggi che portano avanti la tradizione non in maniera sterile ne tantomeno nostalgica ma con la cura di tramandare e trasmettere ai più giovani pagine di cultura che altrimenti andrebbe smarrita e, soprattutto con attenti studi e adeguamenti, se è vero che oggi molti tendono a parlare di neo dialetto.

Ed è particolarmente meritevole l’iniziativa della Bertoni Editore/Poesia edizioni che si è lanciata in una nuova impresa; “una scommessa che potrebbe risultare vincente” a detta dell’ideatore e curatore della nuova collana di poesia dialettale “Il Mantello”, il poeta Bruno Mohorovich, che inaugura proprio con un poeta marchigiano, Ennio Donati di Matelica, questa sua nuova fatica.

Infatti giovedì 7 marzo presso l’Università degli Studi di Macerata (Aula A “Shakespeare”, sede didattica “G. Tucci”) alle ore 18.00 verrà presentata la raccolta in vernacolo matelicese dell’area maceratese fermana camerte, “Eraàmo ricchi – le poesie di Sor Righetto” di Ennio Donati, il quale si è avvalso della dotta prefazione del Prof. di Glottologia e Linguistica, dott. Diego Poli dell’Università di Macerata, e per le note sulla grafia e la pronuncia del dialetto del Dott. Agostino Regnicoli. All’incontro parteciperanno sia l’editore Jean Luc Bertoni che il curatore della collana poetica.

La foto di copertina e le illustrazioni interne sono opera dell’artista pesarese Mara Pianosi che vanta una cospicua collaborazione con la casa editrice e fa parte del gruppo degli artisti che fanno capo all’AIIA (Accademia Internazionale Incisione Artistica) la cui sede è sita a Candelara.

Da noi interpellato il poeta Ennio Donati, così presenta la sua silloge. “Alcune poesie fanno riferimento al personaggio “Sor Righetto” che uso da tanti anni come pseudonimo o come “schermo”; altre riguardano invece momenti intimi e personali. In questa opera sono fortemente presenti la mia amatissima Matelica (MC), la devozione dei matelicesi alla Beata Mattia, i cibi e le eccellenze del nostro territorio, la semplicità della vita della nostra civiltà contadina, l’ironia tipica delle nostre terre ed anche miei pensieri interiori. […] La filosofia di questo titolo pervade l’opera con l’intento di rivalutare e ricordare la semplicità, la serenità e la piacevolezza della vita di un tempo, senza cadere, mi auguro, nella retorica di una vuota e generica nostalgia. Sarebbe motivo di soddisfazione anche personale se questa opera fosse considerata soprattutto una testimonianza scritta del dialetto della mia Matelica; un dialetto dell’area maceratese fermana camerte, i cui requisiti di fedeltà ed aderenza al tardo latino sono studiati con forte interesse dagli specialisti del settore.”

Nel prossimo futuro, sempre facenti parte della stessa collana, saranno presentate le opere di altri due poeti marchigiani; Elvio Grilli di Fano e Rosanna Gambarara di Urbino. Nel frattempo, sulla scia del successo conseguito con l’antologia “Marche – omaggio in versi”, Bruno Mohorovich sta dando alle stampe, sempre per i tipi della Bertoni editore la sua nuova fatica come curatore,

volgendo questa volta l’attenzione a Napoli; una raccolta antologica dove il dialetto partenopeo – che è considerato altresì una vera e propria lingua – la fa decisamente da padrone.

 

REDAZIONE

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.