10 tartarughe spiaggiate tra Emilia Romagna e Marche

BOLOGNA – Recuperate, nelle ultime ventiquattro ore, tra Romagna e Marche, dieci tartarughe spiaggiate, in ipotermia, a causa del forte freddo. Gli esemplari sono stati recuperati a Cervia, sulla costa romagnola, e a Pesaro, Fano, Senigallia, Falconara e Porto Recanati su quella marchigiana, e sono arrivati al centro di recupero delle tartarughe marine della Fondazione Cetacea di Riccione, fortemente debilitati sia per il freddo che per ferite vecchie o recenti, probabilmente dovute all’incontro accidentale con reti, lenze o altri rifiuti presenti in mare.
Le tartarughe affette da ‘cold stunning’, ossia da ipotermia – spiega la Fondazione Cetacea – si immobilizzano, rallentano le proprie funzioni vitali, e finiscono a causa di correnti e mareggiate per spiaggiarsi sulle coste, rischiando la morte per assideramento per le temperature fuori dal mare ancora più rigide di quelle in acqua. Per le tartarughe affette da questa sindrome, ogni minuto in più al freddo potrebbe rivelarsi fatale.

 

ANSA

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.