Al Parco San Bartolo il workshop sul turismo sostenibile e accessibile nell’ambito del progetto europeo QNeST

Venerdì 22 febbraio alle ore 16.30, dopo l’inaugurazione della sala conferenze del centro visite di Santa Marina Alta, la cooperativa Labirinto patrocinata dal Comune di Pesaro e Gradara, presenta QNeST – Quality Network on Sustainable Tourism: un progetto europeo per il turismo accessibile nella macro-regione Adriatico-Ionica.

 

SANTA MARINA ALTA  – Valorizzare il patrimonio storico – architettonico, culturale e ambientale, le tradizioni, l’enogastronomia locale e l’accessibilità nel settore turistico delle diverse aree della regione Adriatico-Ionica. Questo l’obiettivo del workshop “Incontri locali sul turismo accessibile” che si terrà venerdì 22 febbraio dalle ore 16.30 nella sala conferenze del centro visite di Santa Marina Alta. L’iniziativa è curata da Labirinto cooperativa sociale, con il patrocinio del Comune di Pesaro e Gradara, nell’ambito del progetto QNeST – Quality Network on Sustainable Tourism, finanziato dal Programma Interreg Adrion.

Il workshop è un’occasione di incontro fra operatori e portatori di interessi del territorio per  promuovere un percorso di turismo accessibile, da valorizzare a livello nazionale e sul territorio della macro-regione adriatico-ionica. Nel pomeriggio verranno presentate esperienze concrete nell’ambito del turismo sostenibile e accessibile attraverso le attività de il Ponticello e Gradara Innova. All’iniziativa partecipano: Davide Manenti, presidente del Parco San Bartolo, un referente del Comune di Pesaro, Filippo Gasperi, Sindaco di Gradara, Massimo Domenicucci, direttore regionale FAND – Federazione tra le Associazioni Nazionali dei Disabili, Laura Aniballi, responsabile Ufficio progettazione della Cooperativa Labirinto, Pier Paolo Inserra, ricercatore, direttore e supervisore scientifico del Diesmn (Distretto Integrato di Economia Solidale – Marche Nord).

Alle 19.00, dopo il buffet bio a km0 a cura del Ristorante Emporio – Cooperativa sociale Campobase, sarà possibile partecipare a un’esperienza “accessibile” di ascolto dei rapaci a cura del Parco San Bartolo: l’ente mette a disposizione una joelette, carrozzella da fuori strada a ruota unica per gite o corse, per persone a mobilità ridotta o in situazione di disabilità.

 

Valeria Nobilini
Labirinto Cooperativa Sociale – Ufficio Stampa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.