Gabicce Gradara – Santa Veneranda 0 – 0

GABICCE GRADARA: Celato, Bacchiocchi (41′ st. Pedini), Pratelli, Vaierani, Sabattini, Costa, Tedesco (14′ st. Grassi), Magi (22′ st. Tafuro), Marchetti (1′ st. Grandicelli), Bastianoni, Fabbri.
A disp. Alessandrini, Kone, Freducci, Marcolini, Passeri. All. Papini.

SANTA VENERANDA: Bonci, Righi, Marchionni (27′ st. Esposito), Gambelli, Vagnini, Tebaldi, Scatassa (33′ st. Balestieri), Morelli, Coppa (20′ st. Saltarelli), Paoli (38′ st. Olmeda), Rossi (41′ st. Gorgolini). A disp. Bruscoli, Antognoni, Pacini, Mazza. All. Cecchini.
ARBITRO: Gorreja di Ancona (Principi e Mosca di Ancona).
NOTE: spettatori 200 circa. Angoli: 2-3 (1-2). Ammoniti: Gambelli, Grandicelli.

Senza tre pedine – Vegliò squalificato, Passeri e Grassi (poi entrato) in panchina perché acciaccati – il Gabicce Gradara si è fatto fermare sul pareggio dal Santa Veneranda, squadra ostica, alla ricerca di punti salvezza. Pur non in una delle sue giornate migliori, la squadra di casa ha avuto l’opportunità per vincere la gara. Nel primo tempo al 17′ ha sbagliato un calcio di rigore con Fabbri, il cui tiro ha colpito il palo alla desgtra del portiere (è il quinto penatly della stagione fallito dalla squadra di Papini) mentre sulla ribattuta Marchetti ha colpito di testa con parata del portiere con l’arbitro a interrompere il gioco per un fallo in area. In apertura di ripresa è stato Magi a tu per tu col portiere a tirare a lato nel cuore dell’area dopo un’ottima giocata sulla corsia esterna destra di Bastianoni, al rientro dalla squalifica, schierato prima al centro del campo e poi dirottato sulla fascia al momento dell’ingresso in campo di Grassi. Due situazioni che avrebbero potuto cambiare il corso del match rimasto così aperto fino alla fine e che la squadra ospite, sfumati i pericoli, si è giocata a viso aperto.
Nel primo tempo il Santa Veneranda si è fatto minaccioso al 10′ con Rossi che ha costretto alla deviazione un angolo Celato e con un paio di mischie risolte dalla difesa di casa. Nella ripresa, dopo lo scampato pericolo, il Santa Veneranda si è proposto con alcune pericolose ripartenze che però non ha saputo sfruttare al meglio. Al 10′ un tiro di Paoli è stata parato da Celato, al 20′ con Celato in uscita Rossi dalla sinistra ha cercato il palo più lontano spedendo fuori, al 22′ col nuovo entrato Salatarelli sul filo del fuorigioco. Ultimo brivido al 32′ per il Gabicce Gradara con Vaierani nel cuore dell’area: il suo tiro, in precario equilibrio, è debole.
In virtù di questo risultato e aspettando il match del Valfoglia di domenica, il Gabicce Gradara è al quarto posto alla pari della Filottranese, prossimo avversario, a quota 33 punti.

 

A.S.D. Gabicce Gradara

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.