Un grande Alessandro Preziosi nel ruolo del Vang Gogh psicologico. Successo al teatro Rossini di Pesaro. Con foto

Questo slideshow richiede JavaScript.

Testo avvincente, con un grande Alessandro Preziosi, la sua migliore interpretazione teatrale, e un nome, quello di Vincent Van Gogh, di cui il pubblico sa tutto come per Caravaggio e Michelangelo, ma non in maniera approfondita sotto il profilo artistico. La magia del teatro si è ripetuta al teatro Rossini, con VINCENT VAN GOGH – L’ODORE ASSORDANTE DEL BIANCO, regia di Alessandro Maggi. Unanimi consensi, da parte del pubblico pesarese, per una piece che è un thriller psicologico, e uno spettacolo da ricordare che accontenta tutti, gli appassionati della pittura di Van Gogh e il grande pubblico. Uno spettacolo di un’ora e mezzo, denso di contenuti ed emozionante che coniuga l’unica location, l’ospedale psichiatrico San Paolo con i suoi fondali in bianco e le ombre inquietanti che si formano, con la complessa creatività artistica del pittore olandese. Un’opera teatrale, pluripremiata meritatamente, molto bella per una scrittura limpida, tesa, di rara immediatezza drammaturgica, capace di restituire il tormento dei personaggi con espressività. Ricco di spunti poetici e, soprattutto, a tratti un saggio di estetica nel rapporto tra le arti e il ruolo dell’artista nella società contemporanea.

PAOLO MONTANARI
FOTO MARTA FOSSA

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.