Successo per primo incontro del ciclo Da il paradiso perduto a 2001 Odissea nello spazio. Un 2019 da ricordare

Sala Rossa del Comune di Pesaro gremita di persone per il primo incontro del ciclo DA IL PARADISO PERDUTO A 2001 ODISSEA NELLO SPAZIO. UN 2019 DA RICORDARE, a cura di Paolo Montanari. L’iniziativa è organizzata da Assonautica di Pesaro e Urbino e Associazione culturale Pelasgo968. Paolo Montanari ha introdotto criticamente il capolavoro poemico di John Millton, Il Paradiso Perduto, che nella seconda stesura del 1674 a 12 libri, anno in cui Milton morì cieco e povero, fu definito un trattato letterario, poetico e teologico. E nella società puritana e calvinista inglese, presentare un’opera di impronta umanistica che percorre la maniera neoclassica e la sua evoluzione, fu una auntetica rivoluzione e trovò da parte della critica una forte opposizione e addirittura censura, che venne tolta nel 1826 da re Giorgio VI, a cui però fu impedito di tradurre l’opera in lingua inglese. Fra i suoi sostenitori il pittore visionario William Blake, ma più tardi il poeta e scrittore americano Eliot criticò aspramente Paradise Lost. Nel romanticismo e in pieno impressionismo francese, i poeti Mallarmè, Verlaine e Baudelaire sostennero quest’opera, perchè doveva essere riabilitato il Male sul Bene. E nell’opera di Milton questa riabilitazione è talmente evidente che Satana diviene il personaggio principale del poema e la cacciata di Adamo ed Eva dal paradiso terrestre acquista un significato che va oltre l’interpretazione biblica e cerca di congiungere la tradizione cattolica con quella pagana. L’attore Franco Andruccioli, ha letto molto bene vari passi del poema, seguendo un un rigoroso filo logico e intepretativo.

PAOLO MONTANARI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.