Presentato progetto riqualificazione del bosco del Beato Sante, Mombaroccio

Nei giorni scorsi il professor Federico Sartini, docente presso l’Istituto Agrario Cecchi di Villa Caprile, ha presentato nel salone nobile di Villa Caprile, il PROGETTO RIQUALIFICAZIONE DEL BOSCO DEL BEATO SANTE – MOMBAROCCIO.

Il progetto è stato avviato nell’anno scolastico 2017/18 su richiesta ed in collaborazione con la Pro Loco di Mombaroccio ed il placet dei frati del Convento. Ha comportato l’impegno di più squadre di studenti dell’Istituto Agrario Cecchi di Pesaro, sia del Corso Tecnico indirizzo GESTIONE AMBIENTE E TERRITORIO sia del Corso professionale opzione GESTIONE DELLE RISORSE FORESTALI E MONTANE.

Ma quali sono le attività svolte per il Progetto di riqualificazione del bosco del Beato Sante?

Un primo intervento, della durata di circa 10 giorni, si è indirizzato al ripristino di una sentieristica adeguata all’interno del contesto ambientale del Bosco del Beato Sante, potando arbusti e tagliando i rami più bassi di alcune piante, rimuovendo materiale legnoso che ostruiva dei vecchi sentieri, ampliando l’area percorribile con la rimozione e rimessa a dimora in altro luogo delle piante di pungitopo che ricoprivano in maniera invasiva il terreno del fitto sottobosco..

Un secondo intervento è stato realizzato in primavera ad opera di alcune classi del Corso Tecnico in ASL. Hanno rifinito il lavoro fatto nel precedente intervento ed iniziata l’installazione di un’adeguata segnaletica per illustrare le caratteristiche dell’area verde e guidare il visitatore alla scoperta delle essenze arboree ed arbustive del bosco. Si è previsto anche in quest’area l’utilizzo del QR code per le schede botaniche con approfondimento, come già stato realizzato per il Parco di Villa Caprile di pertinenza dell’Istituto Agrario.

Il terzo intervento è stato realizzato durante la Festa degli alberi di Mombaroccio il 19-20 maggio, in questo caso gli studenti con il prof. Sartini hanno svolto il compito di guide naturalistiche e botaniche lungo il nuovo sentiero da loro aperto, nell’ottica di una maggior fruizione e maggiormente consapevole del turista e realizzato laboratori all’aperto per bambini ed aperti alla cittadinanza e al pubblico presente alla manifestazione.

Ma accanto a quanto è stato realizzato vi sono ancora attività in progetto da realizzare:

L’apertura di nuovi sentieri e mantenimento di quello principale già aperto.

Realizzazione di un percorso sensoriale con piante aromatiche ed essenze nelle aree al limitare del bosco per la sistemazione e maggior fruizione delle suddette aree anche da persone con disabilità.

Realizzazione di un percorso vita o benessere nelle aree al limitare del bosco con l’installazione fissa di una serie di attezzature ginniche in legno.

Realizzazione di una mappa cartografica, tramite GPS, aggiornata del comprensorio del Beato Sante, da mettere a disposizione dei visitatori, compresa la zona del convento, con l’individuazione di varie specie botaniche.

Ideare e progettare una applicazione per dispositivi mobili a scopo didattico con cui costruire una sorta di caccia al tesoro virtuale per i ragazzi.

Prenderà il via per tutto il 2019 l’INNOVAZIONE CON UTILIZZO DRONI presso l’istituto Agrario Cecchi di Pesaro. Si tratta del primo corso per la guida dei droni. Il drone avrà la capacità di intelligenza artificiale e opportuna sensoristica che segue una sentieristica tracciata.

PAOLO MONTANARI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.