Leggere, leggere… riflettere, rubrica editoriale a cura di Paolo Montanari

Si avvicinano le feste natalizie e cosa c’è di meglio che leggere un bel libro per rilassarsi e nello stesso tempo arricchirsi?

GIOVANNI PAOLO II – L’uomo che ha cambiato gli uomini è il titolo di un bel saggio Ed. Eri di Gianni Garrucciu. Si tratta di ritratti, ricordi, racconti, nelle testimonianze inedite di intellettuali, scrittori, teologi, vaticanisti e del regista Krzysztof Zanussi. Non bisogna mai smettere di essere in prima linea, neppure quando ci si sente vecchi e malati. La vita è composta di varie stagioni, e l’inverno non sarà l’ultima, ma la primavera. Dopo diversi anni, e con l’avvento rivoluzionario di papa Francesco, alla guida della Chiesa cattolica, ci poniamo l’interrogativo chi sia realmente stato Giovanni Paolo II, detto il grande anche nelle sue contraddizioni? La chiesa con Wojtyla è uscita dal suo guscio e si è globalizzata e il papa polacco è stato il suo testimone nel mondo. Ma questo papa riservato che amava fare delle lunghe camminate da solo e prediligeva il silenzio al chiasso roboante dei nostri giorni, viene visto tramite testimonianze di persone che gli sono state vicino. Tutto nasce da quel “non abbiate paura” pronunciato nel suo primo discorso del 22 ottobre 1978. Infatti, questo papa polacco divenuto papa della chiesa universale evidenziò subito la lungimiranza e il coraggio con cui aveva contribuito ad abbattere il muro che divideva l’Europa e richiamare lo stesso continente a ricercare le radici cristiane in una visione ecumenica. Un papa che per la prima volta chiede perdono per i peccati dei figli della Chiesa. E soprattutto un grande comunicatore. Un uomo che ha saputo trasformare le sue volontà in atti simbolici.

Micaela Magiera è l’autrice de LA BAMBINA SOTTO IL PIANOFORTE- Storie d’amore e di musica nella Modena di Mirella Freni, Leone Magiera e Luciano Pavarotti ed. ARTESTAMPA.
Immaginate un giovane pianista che dalla finestra aperta, viene improvvisamente raggiunto da un canto femminile di straordinaria bellezza. Il pianista scosta un pò le tende per sbirciare senza essere visto. Il suo vicino di casa, sta dando lezione ad una fanciulla, che intona un’aria di Puccini con voce ancora acerba. E il giovane Leone Magiera conosce in questo ambito familiare la giovane Mirella Freni della voce galeotta e nasce una storia d’amore. Ma è una storia che comincia lì a Modena, tra le vecchie mura dei palazzi cadenti. Leone è figlio della buona borghesia modenese. Mirella è figlia di una sigaraia ed è sorella di latte di Luciano Pavarotti. Tre personalità artistiche e una infanzia felice che li unisce.

OMBRE DI VETRO – Bologna non muore mai di Fabio Mundadori (ed.Damster) è un bel trihller che ha come location Bologna del 1986, ancora segnata dalle stragi. Un killer seriale sfida la polizia e il giovane ispettore Naldi, uccidendo secondo il proprio feroce rituale. Il romanzo fa un fa un salto temporale ed arriva ai giorni d’oggi. Mammana è tornato? O forse no? In questa ambivalenza si svolge Ombre di vetro e toccherà di nuovo all’ispettore Naldi indagare, fino a dipanare un rebus dalla soluzione raccapricciante. Un libro da leggere in un giorno.

Roberto Turolla è l’autore de IL SALTO DEL SALMONE (GOLEM EDIZIONI) .Si tratta di quattro racconti concatenati che vanno, come i salmoni, in controcorrente. Ma perché’ ? Perchè ogni racconto è cronologicamente precedente a quello che lo precede e ne svela l’antefatto, fino all’ultimo che chiuderà il cerchio, rimanendoci così alla visione di circolarità del tempo. Vanno controcorrente perchè sono politicamente scorretti, e prevale la diversità di personaggi disprezzati. Vanno controcorrente perchè raccontano episodi drammatici ma riescono a far sorridere, e spesso anche ridere. Questo romanzo è una prova di maturità di Turolla che supera il limite di essere un non vedente dalla nascita dimostrando di avere una forza narrativa e descrittiva fuori dal comune.

PAOLO MONTANARI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.