Il Bianchini di Fano presenta la storia degli ebrei Sarano salvati dalla Shoah

In occasione dell’80° anniversario delle Leggi Razziali

In occasione dell’80° anniversario delle Leggi Razziali (1938-2018), il Circolo Culturale Bianchini di Fano organizza un incontro pubblico per la presentazione del libro dal titolo “Siamo qui siamo vivi – Il diario inedito di Alfredo Sarano e della famiglia scampati alla Shoah” (edizioni San Paolo). Il volume curato dal giornalista Roberto Mazzoli, con prefazione di Liliana Segre, narra la vicenda della famiglia ebrea Sarano, fuggita da Milano in seguito alle persecuzioni razziali, e rifugiatasi a Mombaroccio sulle colline tra Pesaro e Fano. Alfredo Sarano era il segretario della Comunità ebraica di Milano che, con i suoi 14mila iscritti era la più numerosa d’Italia. Dopo aver messo al sicuro la sua famiglia, nascondendola presso alcuni contadini di Mombaroccio grazie anche ai frati del santuario del Beato Sante, Alfredo Sarano riuscirà a salvare migliaia di ebrei milanesi dai campi di sterminio nascondendo le liste comunitarie dai rastrellamenti nazisti. Un gesto fino ad ora rimasto totalmente sconosciuto.

Nell’agosto del 1944 durante il passaggio della Linea Gotica, l’identità degli ebrei venne scoperta da un giovane ufficiale tedesco Erich Eder che, contravvenendo agli ordini, decise di non arrestare i sette componenti della famiglia Sarano, facendo poi un voto al Beato Sante per aver salva la vita sua e dei suoi soldati.

Il nome degli ebrei sopravvissuti rimase sconosciuto per oltre 70 anni quando riemerse grazie alle ricerche del giornalista Roberto Mazzoli che non solo riuscì a ritrovare i salvati e il diario di Alfredo Sarano, ma anche i figli del comandante Eder. Lo scorso 15 marzo il libro è stato presentato a Montecitorio presso la Camera dei Deputati.

L’appuntamento è in programma per mercoledì 12 dicembre alle ore 16.30 presso l’Istituto di Istruzione Superiore “Battisti” di Fano in via XII Settembre n. 3. Introduce e modera il presidente del Circolo Bianchini con la presenza dell’autore. I partecipanti potranno assistere anche ad una performance musicale del noto fisarmonicista Raffaele Damen che eseguirà alcuni brani del repertorio ebraico. Ingresso libero.

Nelle foto:

FOTO 1 -La famiglia Sarano scampata alla Shoah sulle colline pesaresi

FOTO 2 – L’ufficiale tedesco e il frate del Beato Sante

 

IL NUOVO AMICO – Settimanale d’informazione delle Diocesi di Pesaro-Fano-Urbino

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.