Leggere, leggere…. riflettere, rubrica editoriale a cura di Paolo Montanari

E’ uscito in libreria TODO MODO – Rivista Internazionale di studi sciasciani fondata da FRANCESCO IZZO ANNO 2018 (LEO S. OLSCHKI EDITORE). La prestigiosa rivista è stata voluta dagli Amici di Leonardo Sciascia. In questo numero vi è una preziosa introduzione di Gabriele Rigola dal titolo UN SINUOSO AGGRAPPARSI A QUALCOSA – ADRIANA ASTI E GIORGIO FERRARA RACCONTANO LEONARDO SCIASCIA. La rassegna della Rivista comprende il tema LEONARDO SCIASCIA COLLOQUIA . VIII UN SOGNO FRANCESE FATTO IN SICILIA. Segue una sezione dedicata alle LETTURE, poi STUDI E RICERCHE, PERSI E RITROVATI, TRADUZIONI, BIBLIOTECA DIGITALE, RECENSIONI, PUBBLICAZIONI RICEVUTE E POSTILLATE, Una rivista di respiro internazionale, che non solo deve trovarsi nelle biblioteche e nelle Univeristà ma anche nelle librerie di tante persone che amano l’opera di Leonardo Sciascia

TI PARLO DI NOI con prefazione di Vittorino Andreoli è un bel saggio – racconto del giornalista SERGIO BARDUCCI (MINERVA EDITORE). E’ il racconto di una storia vera, di una vicenda dolorosa che ha colpito una famiglia ma che, in un periodo drammatico per una intera generazione, ha cambiato il corso degli eventi e tolto serenità a tante famiglie italiane. E’ la storia di persone per bene che coinvolge due fratelli. Il più piccolo vittima della droga e della dipendenza; il maggiore impegnato a proteggerlo da quel dolore evitabile. E’ una sorta di lettera aperta rivolta al fratello minore, in cui si ripercorre un sentiero tormentoso e complicato e in cui si raccontano anche le cose accadute dopo di lui. Un racconto che fotografa l’atmosfera di quegli anni in cui le droghe dilagavano con un’impressionante facilità. Anni definiti di una generazione scomparsa. Anni in cui migliaia di persone contrassero l”ADS, la peste del ventesimo secolo.

Nella prefazione Vittorino Andreoli chiarisce che TI PARLO DI NOI non è un romanzo, poichè non contiene nemmeno l’ombra della fiction, è tutto veramente accaduto. E’ una storia umana che coinvolge anche l’Autore, fratello maggiore di Marco. Una famiglia per bene in quella Romagna che nel dopoguerra ha mostrato la voglia di rinascere rendendo il mare che la tocca, l’Adriatico, un luogo di accoglienza e una gradissima risorsa. In questa famiglia nel 1978 entra l’eroina. Marco ne è la vittima. L’eroina rende dipendente tutta la famiglia perchè questo figliolo finisce per rubare i segni del benessere raggiunto, le toglie la serenità, muta l’atmosfera in ciascuno dei suoi componenti.. Ti parlo di noi ha come protagonista il dolore di Marco che non doveva entra in quella casa. Un dolore generazionale che si riflette musica e nella letteratura. Un libro da leggere e per riflettere.

PAOLO MONTANARI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...