Leggere, leggere…. riflettere, rubrica editoriale a cura di Paolo Montanari

I LINGUAGGI DEL SILENZIO (Pegasus editore) è una bella raccolta di poesie di Augusta Tomassini. Il candidato al premio Nobel per la pace Hafez Haidar ha definito il libro della poetessa fossembronese come una casa della poesia, basandosi sui ricordi di una vita trascorsa con la famiglia e sull’amore acceso, ardente, ricco di sentimenti e di emozioni indirizzate verso un uomo che simboleggia per lei le note della melodia dei tempi, lo spartito dell’esistenza, un volto verso la gioia e la bellezza. La poetessa sa leggere nel cuore di un angelo autistico i suoi momenti di disperazione e di rinascita del dolore per affermarsi in questo cosmo costellato di fatiche, ma anche rallegrato da momenti di pace e d’amore sconfinato.

SUITE 261 di Pino Corva nella collana thriller di Pegasus editore. Con questo romanzo si investiga nel mondo misterioso di Marilyn Monroe, con un tessuto narrativo tradizionale, parlando del commissario Ragazzi uomo dal carattere ruvido con manie di protagonismo. Accanto a lui David Newton, affascinate agente federale giunto dagli Stati Uniti per catturare il Boss Frank Robbiano e il suo complice, un killer mercenario ricercato dall’F.B.I. e infine Angela Angela Baker, nome in codice di un’infiltrata dell’intelligence scomparsa a Milano, che utilizza il fascino e il magnetismo che hanno reso celebre il mito di Marulyn. Questi i protagonisti che tra presente e passato scavano alla ricerca d una verità, mai realmente manifesta, attraverso un filo rosso che collega il terzo millennio ad un sogno spezzato, senza una risposta, alle ultime foto scattate da Bert Stern al Monroe, nel Backstage allestito nella suite 261 del Bel Air Hotel di Los Angeles, la galleria di immagini denominata THE LAST SITTING, che la diva non potè mai vedere, in quanto morì il giorno stesso dell’uscita di Vogue.

Francesco Bonvicini è l’autore di SANGUE SULLA PISTA, genere thriller (Pegasus editore). Dal 2010 Bonvicini scrive romanzi thriller, con la passione per le ambientazioni. Questa volta un uomo viene barbaramente ucciso mentre sfreccia, a bordo di una Porsche 997 GT2, lungo la Nordschleife, il mitico e glorioso tracciato del vecchio Nurburggring. Contemporaneamente poco distante dal luogo del delitto un’auto salta in aria. Si apre un vero contenzioso giuridico di competenza fra la Polizia Criminale di Mayen e la Terza Squadra Omicidi di Colonia. Quest’ultima ne rivendica subito la paternità, poichè si scopre che il morto è un pubblico ministero in forza alla Procura di Stato della città. Bonvicini con la sua capacità narrativa descrive i luoghi e il carattere dei tedeschi, che lui definisce fermi ma non gelidi. Ancora una volta Bonvinicini ci sorprende per uno stile semplice e avvicente.

PAOLO MONTANARI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...