Presentati nel centro della Caritas a Palazzo Montani Antaldi tre progetti

Sono stati presentati nel centro della Caritas a Palazzo Montani Antaldi, dal responsabile diocesano Emilio Pietrelli e dal direttore del centro d’ascolto diocesano caritas, Andrea Manici, tre progetti che vanno sotto lo slogan AL CENTRO LA CARITA’. Dopo il flop dovuto alla scarsa sensibilità dei ristoratori, solo quattro hanno aderito alla campagna di sensibilizzazione di portare a pranzo un povero, ora la Caritas diocesana di Pesaro presenta tre progetti: il primo AGGIUNGI UN PASTO A TAVOLA, già presentato alcuni anni fa, che dopo un grande successo, aveva avuto un calo di sostegno fra i pesaresi, ha sottolineato Andrea Mancini. Questo progetto ora va rilanciato e con soli 60 euro si possono donare 12 pasti caldi ai poveri, emarginati e senza fissa dimora. Nel 2017 la Caritas diocesana ha distribuito oltre 20.000 pasti . Il secondo progetto è DONA OSPITALITA’. Con 20 euro doni una cena e ospitalità notturna. Il terzo progetto è ABBRACCIA UN BAMBINO , una adozione vicina per sostenere i minori. Con 100 euro si accompagnano per un anno un bambino o una bambina. Nel 2017 ha proseguito Mancini abbiamo assistito 20 bambini in adozione di vicinanza e oltre 200 famiglie con minori. Questi progetti, ha sottolineato Pietrelli, speriamo che entrino nella sensibilità dei pesaresi, perché solo l’accoglienza è il sentimento cristiano più autentico e soprattutto con la vicinanza del Natale, deve essere più viva. Stiamo portando e anche per il 2019, questi progetti nelle scuole. Visiteremo 45 classi degli istituti superiori, perchè è dai giovani che nascono i buoni sentimenti e gli ideali cristiani. E la Caritas, ha aggiunto Mancini, lavora sempre più di squadra. Alle caritas parrocchiali si aggiunge la struttura della Caritas diocesana in cui si coniugano persone che vi lavorano come dipendenti e quelle che operano nel volontariato. Sono state spese 10.000 ore di volontariato, per una assistenza plurima e articolata di 1.500 negli ultimi mesi e 4.500 persone dall’inizio dell’anno. Nel 2017 la Caritas diocesana di Pesaro ha incontrato per le varie necessità 11.167 persone e sono state accompagnate con storie diverse chi per un giorno chi invece per anni. Il responsabile dell’Osservatorio delle Povertà e delle Risorse delle chiese marchigiane, mons. Armando Trasarti vescovo di Fano, ha sottolineato che nel centro di ascolto di Pesaro vi è stato un incremento del 12,2% di presenze ed ha svolto una riflessione per cui occorre mostrare cosa significa vivere una fedeltà esigente ai propri contesti territoriali, che educa a discernere il senso del cambiamento, ma soprattutto a serbare nel proprio cuore i volti, le storie e i fatti che costruiscono la trama esistenziale dei cammini personali e comunitari. Anche quest’anno la mensa dei poveri riamarrà aperta il giorno di Natale e chiusa per Santo Stefano, ma per quella giornata saranno i frati minori di San Giovanni a preparare per i poveri della città, dei pasti caldi.

PAOLO MONTANARI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...