Violenza donne: cortei e fiaccolate nelle Marche

ANCONA – Cortei, fiaccolate incontri e monumenti illuminati di arancione, come Porta Lambertina a Senigallia, per la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza conto le donne sono in programma tra oggi e domani nelle Marche. Alle varie iniziative aderiscono i sindacati Cgil, Cisl, Uil, segnalando che nel 2017 116 donne si sono rivolte al centro antiviolenza di Ancona, secondo i dati del report presentato dall’assessore regionale alle Pari Opportunità Manuela Bora. Di queste – si legge – il 75% è costituto da donne italiane, coniugate, mediamente istruite e occupate in modo stabile. Questi numeri, insieme a quelle nazionali che vedono 94 donne uccise nei primi nove mesi del 2018 (nello stesso periodo nel 2017 furono 97), osservano i sindacati, dicono che il fenomeno della violenza sulle donne è molto diffuso. Per Cgil, Cisl e Uil però “Ogni giorno dovrebbe essere il 25 novembre”, anche se sono lievemente in calo anche i “reati spia” (maltrattamenti in famiglia, stalking, percosse, violenze sessuali) che spesso precedono il femminicidio. Torna in campo anche la polizia di Stato con la campagna “Questo non è amore”, camper e stand dove gil pesonale che segue i crinini di genere distribuirà materiale informativo e cercherà di avere un contatto diretto soprattutto con le donne, ma anche cion tutta l cittadinanza. A Pollenza la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne viene celebrata con “Stalking Fatale”, musical giuridico ideato e scritto da Mario Paciaroni e organizzato dall’assessorato alla Cultura del Comune. Lo spettacolo, tra musica, coreografie e una parte recitata, prende spunto dall’attualità per illustrare l’art. 612 bis del Codice Penale (atti persecutori). A San Severino Marche bandiere a mezz’asta in segno di lutto domani, anche in considerazione dei gravi fatti che avvenuti nella provincia di Macerata. La consigliera comunale con delega alle Pari Opportunità Michela Pezzanesi ha firmato la Carta europea per l’uguaglianza delle donne e degli uomini nella vita locale e regionale.

 

(ANSA)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...