La Vuelle esce sconfitta dal match dell’Adriatic Arena contro la capolista A|X Armani Exchange Milano per 82-97

L’Armani espugna meritevolmente e senza particolari problemi all’Adriatic Arena una VL per lo meno generosa e impegnata a voler contrastare la grande corazzata del cempionato. Termina l’incontro 97 a 82 per Milano contro Pesaro e pochi tifosi milanesi presenti sugli spalti a gridare a fine partita “VI SALVEREMO”, certamente un chiaro riferimento ai giocatori che l’Armani ha acquistato e con un accordo societario ha dirottato per quest’anno sul lido adriatico. Inizio equilibrato per una classica del basket italiano, di alcuni anni fa. E Walter Magnifico, presente all’Adriatic Arena, ricorderà quella vittoria storica contro Milano, quando condannò le scarpette rosse. Ma oggi le cose sono cambiate e l’Armani è una vera corazzata. Anche all’Adriatic Arena, dopo pochi minuti di perfetto equilibrio, 20 pari a 2′ 35”, la squadra di Pianigiani, ha messo una marcia in più e si è portata a casa il primo quarto 31 a 20, con un 79% da due e 10 rimbalzi complessivi. Per Pesaro sono iniziate le sviste e le inesattezze. Il secondo quarto ancora di marca milanese, terminato 50 a 34 per l’Armani, ha visto un leggero risveglio della squadra allenata da Massimo Galli. I cambi dell’Armani sono stati non solo fruttuosi ma, addirittura, sostanziosi, con 11 punti per James e una serie di 7 punti, che dimostrano la prestazione corale dei milanesi, che hanno alzato asticella nei tiri da tre punti con un complessivo 50% e il dominio nei rimbalzi. Nella VL Blackmon, McRee e Artis con sette punti, con un piccolo risveglio nel secondo quarto. Il terzo quarto è sempre di marca ambrosiana 74 a 61 e poi lo sforzo finale con Pesaro anche a meno 9 da Milano. Fra i pesaresi vanno segnalati i 21 punti di Blackmon e Artise, gli apporti minori di Mcree con 11 punti e, invece, sempre con 11 punti, Mockevicius, ma un grande contributo sotto le plance. Comunque la squadra pesarese se giocherà con questo impegno e determinatezza, non si potrà più giudicare come Pistoia la squadra finalino di coda, giudicata dai bookmakers giornalistici. Per Milano vi è l’imbarazzo della scelta e il risultato finale 97 a 82, con i 19 punti di James, i 12 punti dell’ultimo entrato Micov e un gioco corale a rotazione della squadra, dimostra ancora una volta di essere in ottima salute.

VL PESARO – A|X ARMANI EXCHANGE MILANO 82 – 97 (20-31; 34-50; 61-74)

VL PESARO : Blackmon 21, McCree 11, Artis 21, Murray 9, Conti, Tognacci ne, Ancellotti 2, Morgillo ne, Monaldi 5, Shashkov 2, Zanotti, Mockevicius 11 ALL. Galli

A|X ARMANI EXCHANGE MILANO : Della Valle 7, James 19, Micov 12, Musumeci ne, Bertans 6, Fontecchio 4, Tarczewski 9, Kuzminskas 11, Cinciarini 7, Burns 11, Brooks 2, Jerrells 9 ALL. Pianigiani

Arbitri : Lo Guzzo, Grigioni, Morelli

Spett. : 4437

PAOLO MONTANARI

FOTO LUCA TONI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...