Ferita, San Marino nega soccorsi a 17enne italiana

Una 17enne italiana è caduta in moto a Montelicciano, frazione in provincia di Pesaro-Urbino, al confine con la Repubblica di San Marino. Alla richiesta di ricovero, secondo quanto spiegato dal medico del 118 intervenuto sul posto, la struttura ospedaliera di San Marino appurato che la ragazza non era del posto, ha vietato l’ingresso dell’ambulanza. A riportare la vicenda sono le edizioni di Rimini e Pesaro de “il Resto del Carlino”. La ragazza è caduta in moto in seguito a un incidente, facendosi male alle gambe e alle ginocchia in particolare: quello di San Marino era l’ospedale più vicino rispetto al luogo dell’incidente. La 17enne è stata portata in quello di Urbino in seguito alla risposta negativa ricevuta dalla struttura ospedaliera della Repubblica di San Marino che ha rifiutato le cure alla ragazza in quanto italiana e non sanmarinese, come espressamente richiesto dalla segreteria al momento della chiamata del 118. Il dottore intervenuto sul luogo della caduta con l’ambulanza, ha così dichiarato: “Siamo stati costretti a portare la ragazza all’ospedale di Urbino, distante 25 chilometri di strada tortuosa, impiegando quasi un’ora prima di arrivare. Durante il percorso la giovane ha pianto per i sobbalzi che ha subito, a causa delle strade tortuose e piene di buche”.

“L’Ospedale di Stato San Marino non rifiuta le cure a nessuno e non attua alcun “apartheid sanitaria e umanitaria”, come confermano le molteplici occasioni in cui le ambulanze sammarinesi sono intervenute al di fuori dei confini di Stato e il fatto che mai sia stato rifiutato un paziente di qualunque nazionalità, trasportato da 118 italiani all’ospedale sammarinese”, è questa la replica, tramite una nota, dell’Iss, l’Istituto per la Sicurezza Sociale del Titano. “La presa di posizione dell’Istituto, si legge nel comunicato, arriva dopo l’accusa di rifiuto di soccorso per l’incidente stradale avvenuto sabato scorso in territorio italiano in prossimità del confine con San Marino e al successivo clamore mediatico, per ciò che concerne le gravi affermazioni rilasciate dal medico del 118 di Pesaro-Urbino, a proposito della mancata accettazione di una paziente in quanto cittadina italiana e non sammarinese”.

 

Redazione

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...