Scuole, dopo via Lamarmora Ricci guarda alla nuova Mascarucci

Incontro con i presidi in Comune: il punto del sindaco

 

PESARO –  «Dove è possibile interveniamo con le manutenzioni. Anno dopo anno. Per le strutture con maggiori necessità, invece, proviamo a programmare scuole nuove». Così, dopo le medie in via Lamarmora, Matteo Ricci guarda alla nuova Mascarucci. «In base allo screening dei tecnici, è la struttura che insieme all’Olivieri presenta le necessità maggiori. Per questo, se dobbiamo programmare una scuola nuova di competenza comunale, pensiamo a quella». Il sindaco lo evidenzia all’incontro tra giunta e dirigenti scolastici nella sala del consiglio comunale, nella tarda mattinata. Un confronto convocato dall’assessore Giuliana Ceccarelli «per rinnovare la collaborazione con gli istituti pesaresi», facendo il punto sul futuro. «Per Pesaro nord, invece, considerati i numeri, la nostra idea è intervenire sulla scuola di Santa Maria delle Fabbrecce», sottolinea il sindaco. Ovvero: «Acquisire il terreno di fianco alla scuola, per migliorare l’accesso all’istituto con parcheggi e interventi sulla viabilità». In parallelo, «continuiamo a intervenire sulle manutenzioni nel resto di nidi, asili, elementari e medie. Il primo anno del mandato abbiamo fatto 3 milioni di lavori. E almeno 600mila euro ogni estate successiva».

 

LICEI – Sulle scuole superiori, Ricci chiede ai dirigenti la segnalazione delle priorità, istituto per istituto: «Cercheremo di dare una mano sulle criticità, in sede di  programmazione con la Provincia». Il sindaco, in ogni caso, conferma il favore per l’area di fianco al Genga «come luogo per programmare  una nuova scuola superiore nei prossimi anni, come è stato definito con la Provincia». Così, «continueremo la battaglia sul bando Inail (5 milioni e 100mila euro di finanziamento, ndr) – insiste -, dove nella graduatoria che contestiamo siamo i primi tra i progetti non finanziati. Ma guarderemo anche ad altri bandi per intercettare i fondi». Il sindaco, infine, pensa all’ex Morselli come a una ‘scuola-muletto’: «Conclusi i lavori, può essere utilizzata per le emergenze su elementari, medie e superiori. Ma anche per i periodi di costruzione di scuole nuove: la Mascarucci, per esempio, andrebbe ricostruita nell’area attuale. In quel caso, gli studenti potrebbero trasferirsi al Morselli per il periodo necessario ai lavori». Nel mezzo, il rilancio sulla lotta a droga e dipendenze («non abbassiamo la guardia nelle scuole») e l’apprezzamento per l’attività culturale negli istituti: «Anche per questo abbiamo aumentato gli abbonamenti a teatro. E’ cresciuto l’interesse da parte delle nuove generazioni».

(f.n.)

 

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...