Visti per voi, rubrica di cinema a cura di Paolo Montanari

Questa settimana consigliamo film di genere diverso, ma altrettanto interessanti.

L’APPARIZIONE di Xavier Giannoli, regista ossessionato dall’impostura e dai personaggi mai al loro posto. E dopo Superstar, Giannoli passa al tema religioso, dove la questione dell’impostura è centrale. Anna, l’incredibile eroina di Galatea Bellugi, afferma di vedere la Madonna in una località sperduta delle alpi francesi. Qui l’altro protagonista è un giornalista, Jacques, catapultato dalla cronanca ad un’indagine commissionata dal Vaticano, per verificare la veridicità del fatto, anche perchè ormai il fenomeno legato alle apparizioni ad Anna, sta allargandosi a livello mediatico, con il consenso del parroco e della comunità in cui vive. Il reporter deve affrontare i confini materiali delle montagne e della fede, in quel momento poco conosciuta. In lui prevalgono lo scetticismo e la curiosità. Ma la soluzione immaginata dal regista è veramente geniale, perchè concilia l’ipotesi di verità con la menzogna. La sospensione sull’incredulità, dà vita ad un percorso di ricerca della fede, sulla maniera di vivere nel caos contemporaneo, sul dono di sè e la rinuncia che implica. La forma è quella di un parlare coi suoi interrogatori, i suoi segreti, le sue rivelazioni e i capovolgimenti frequenti che alimentano la tensione fino all’epilogo. Un epilogo disincarnato a forza di prorogarlo e poi disperderlo in un paesaggio più piatto di un mondo senza dio. Il soggetto impone al regista una lentezza e ridondanza che finiscono per fiaccare il film e la grazia prodotta dall’integrità energica di Jacques e la sincerità elegiaca di Anna. L’interprete Galatea Brllugi, raggiunge momenti di elevazione metafisica fino alla morte della protagonista e il finale in cui Jacques, che scopre che dietro al miracolo, vi è una storia delittuosa, riporta l’icona bruciata, nel luogo da cui prende inizio il racconto.

RENZO PIANO è un originale film di Carlos Saura, che ci ha abituato negli anni a film di denuncia sociale e politica. Ora con RENZO PIANO vuole rendere omaggio al geniale architetto italiano, che recentemente ha donato al comune di Genova il progetto per realizzare il nuovo ponte dopo il crollo del ponte Morandi. Ma il progetto di Saura risale al 2010, quando la Fondazione Botin di Santander, sulla costa cantabrica, legata al grande gruppo di credito spagnolo, affida a Renzo Piano Building Workshop, l’incarico di costruire un centro culturale che porti il nome del fondatore. A seguire i lavori e intervistare l’archistar è lo spagnolo Carlos Saura, che evidenzia la ricca personalità di Piano. Illuminare il mondo, dargli bellezza, ispirare altri uomini col proprio lavoro e creare ulteriore grazia, come unico antidoto alla barbarie umana. Su questo parallelismo di intenti si muove il documentario sulla LUCE, POESIA, UTOPIA IN RENZO PIANO, e raccoglie le visioni e meditazioni e le aspirazioni, fra cui quelle di Italo Calvino, ma in primis la natura, la luce naturale, il potere del cinema e della fotografia di fermare il tempo e rendere la realtà immortale. Accompagnano le riprese di questa lenta e continua costruzione, vi sono delle belle musiche, quale l’Adagietto, Sinfonia n.5 di Mahler su tutte, a spingere sul pedale emotivo cercando un’analogia con gli incipit viscontiano della laguna (Morte a Venezia).

IL BENE MIO di Sergio Mezzapesa, è una prova d’attore dell’intelligente attore italiano, Sergio Rubini, che presta la sua fisicità pinocchiesca al personaggio di Elia, rendendolo tragicomico e straziante. La sua interpretazione è animata da un’indignazione reale a stento trattenuta, la sua magrezza e i suoi movimenti nervosi corrispondono ad un personaggio consumato dalla nostalgia e dal ricordo. Nell’Italia dei terremoti, IL BENE MIO è medicina preziosa per chi ha dovuto lasciare i propri luoghi e rifugiarsi in terra sconsacrata, perché sottolinea il valore del recupero invece che della rottamazione.

PAOLO MONTANARI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...