Minsk, un successo straordinario per la moda italiana e la musica di Rossini. Con foto

Questo slideshow richiede JavaScript.

Nella capitale bielorussa anche degustazioni e l’inaugurazione del Museo della calzatura

MINSK – La moda italiana nel nome di Rossini. E’ stata un successo senza precedenti ieri sera l’XI edizione di Moda Italia a Minsk, la manifestazione organizzata in Bielorussia dalla CNA di Pesaro e Urbino e curata da Italian Brands Designer. La bellissima e suggestiva DipService Hall di Minsk era gremita di pubblico, buyer commerciali e media nazionali per ammirare le creazioni proposte dagli stilisti artigiani in passerella. In prima fila la delegazione pesarese con in testa il presidente della CNA, Alberto Barilari, il segretario provinciale Moreno Bordoni, il vicesindaco di Pesaro, Daniele Vimini e il presidente del Conservatorio Ludovico Bramanti. Ad accompagnarli anche il sindaco di Sant’Elpidio a Mare, uno dei centri più importanti della calzatura, Alessio Terrenzi.

E proprio ieri, prima della sfilata Vimini, Bramanti, Bordoni e Barilari, hanno tenuto una conferenza stampa per presentare il concerto rossiniano che si terrà domani presso la Casa dell’Amicizia tra i popoli. Un recital che proporrà un programma vario e interessante che accosta arie famose di opere rossiniane ad altre meno note e più cameristiche del Cigno di Pesaro.

“La scelta – ha detto Bramanti – testimonia la volontà di far conoscere la musica di Rossini nella sua totalità. Una produzione enorme e spesso sconosciuta che intendiamo promuovere anche all’estero”.

“Anche questa di Minsk è un’occasione straordinaria – ha ribadito Vimini – per portare il nome di Rossini nel mondo e per celebrare nel modo migliore che conosciamo – l’ascolto della sua musica –  questo 150esimo del genio pesarese”.

Subito dopo il recital è stata organizzata una degustazione di cibo italiano “rivisitato” in salsa rossiniana dallo chef Barbara Settembri di Sant’Elpidio a Mare. Ma non basta. In questi giorni, a margine della sfilata, verrà inaugurato il Museo storico della calzatura nel quale troveranno posto scarpe e vestiti storici della manifestazione rievocativa che compie 66 anni: La Contesa del secchio.

Ma torniamo alla sfilata Moda Italia a Minsk ripresa dai principali media nazionali e alla quale erano presenti anche l’ambasciatore italiano in Bielorussia Mario Baldi e il vicario Paolo Tonini.

“E’ stato – dice il segretario della CNA di Pesaro e Urbino – un successo straordinario. Le proposte delle nostre aziende hanno entusiasmato il pubblico e i buyer commerciali. Il nostro made in Italy si dimostra ancora una volta vincente e non è un caso se negli ultimi anni le importazioni dei nostri capi di abbigliamento sono aumentate del 68%. Siamo molto orgogliosi e felici di aver promosso le nostre aziende e di averle portate su questa prestigiosa vetrina internazionale”.

Grande successo dunque per le creazioni di Inuit Furs (borse di altissima qualità della maison urbinate), Marco De Luca Bosso giacche con pelliccia dalla sede di Ercolano; le scarpe di Richard Lars e di Danilo Scudieri, le borse speciali di Marino Orlandi e di Innué, i piumini di Patrizia Parma, gli orologi di Ljw e i costumi mare di Totty Swimwear. Sono stati presentati anche una serie di prodotti speciali e leggerissimi ma di grande efficacia a temperature molto basse e sempre caldissimi; quelli di Xenia Global.

CNA di Pesaro e Urbino

UFFICIO STAMPA

CLAUDIO SALVI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...