Aurelio Burzi

Il pesarese Aurelio Burzi, classe 1919, è stato musicista e scultore. Ha trascorso gran parte della sua vita a Bruxelles; rientrato a Pesaro con sua moglie Lydia, giornalista belga, muore il 15 ottobre 2004. Baritono di fama internazionale, ha cantato nei più prestigiosi Teatri d’Europa. Da scultore ricordiamo una testa di Cristo, un bassorilievo di Papa Giovanni XXXIII che ornano una delle Chiese carmelitane di Bruxelles e a Pesaro, nella chiesa di Sant’Agostino, un “Cristo coronato di spine”. Nella II G.M. è bersagliere: diventa tiratore esperto e da pugile, in prigionia, vince alcuni incontri con soldati francesi, così da poter rifornire di viveri i suoi compagni. Riposa nel Cimitero Centrale di Pesaro.

MASSIMO MAGI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...