Leggere, leggere… riflettere, rubrica editoriale a cura di Paolo Montanari

TIZIANO TERZANI è l’autore di IN AMERICA (ED.LONGANESI). E’ la storia del ’68 vissuta da un grande testimone del nostro tempo. Nel 1966, un giovanissimo Terzani ha già messo le prime basi della sua eccezionale avventura di giornalista e viaggiatore: un lavoro per l’Olivetti che gli permette di girare il mondo e la possibilità di scrivere i primi articoli per l’ASTROLABIO, settimanale diretto da Ferruccio Parri. Inquieto per temperamento, Terzani vuole però realizzare il suo sogno di ragazzo e fare il reporter a tempo pieno. Così l’anno successivo vince una borsa di studio per un master alla Columbia University, si dimette dall’Olivetti e va a scoprire l’America insieme alla moglie Angela. E proprio nella prefazione di Angela al libro che si capisce che i primi due anni saranno molto intensi, prima a New York, poi in California, dove Terzani inizia a studiare il cinese, e poi un leggendario viaggio attraverso la pancia dell’America, gli stati del Midwest e del Deep South. Un viaggio dove gli entusiasmi si coniugano alle delusioni e dove si riveleranno tutti i conflitti generazionali e politici del ’68. E gli avvenimenti si succederanno drammaticamente con gli assassini dei fratelli Kennedy e di Martin Luter King.

 

VALENTINA D’URBANO torna in libreria, dopo il romanzo di successo IL RUMORE DEI TUOI PASSI, con ISOLA DI NEVE (Longanesi Editore). La vicenda si svolge in un isola nel 2004 dove Manuel si rifugia, di nome Novembre, l’isola dei nonni. E’ un vero rifugio perchè anche moralmente è ormai al capolinea. Un’isola abbandonata nel Tirreno, dove vi è un carcere abbandonato, ma è il posto ideale per Manuel per vivere da solo. Ma la sua storia viene travolta dalla presenza di Edith, una giovane tedesca che arriva nell’isola per trovare il violino di un vecchio musicista incarcerato sull’isola. L’unico indizio è il nome di una donna Tempesta.. 1952. A 17 anni Neve sa già che vita l’aspetta sull’isola di Novembre. Figlia di un padre violento, Neve provvede alla sua famiglia. Un giorno nel carcere di Santa Brigida viene trasferito un carcerato. La sua cella da sul mare in particlare su una piccola spiaggia dove non si può attraccare. E qui invece che arriverà Neve. E qui che scoprirà l’amore per Andrea, il giovane carcerato, che le farà conoscere la visuale del mondo attraverso le sbarre.

PAOLO MONTANARI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...