A Pesaro musei aperti per San Terenzio

Il 24 settembre, un lunedì ‘speciale’ per la festa del patrono di Pesaro: musei tutti aperti e un percorso alla scoperta della storia cittadina attraverso la vita del santo

 

Lunedì 24 settembre è il giorno dedicato a San Terenzio – il patrono di Pesaro – e la città propone un interessante pacchetto culturale, che pensa ai residenti – tanti i motivi per rimanere e non fare la solita gita fuori porta – e turisti che si trovano qui. Tra musei e chiese, in città sono diverse le ‘tracce’ del santo il cui nome deriva probabilmente dalla latina gens terentia cui apparteneva e che secondo l’opinione più comune era originario della Pannonia (l’attuale Ungheria) – dove nacque nel 210 – conquistata dai Romani fin dall’anno 7 d.C. Primo vescovo della città, morì a Pesaro il 24 settembre 247 e come martire fu venerato come santo dalla Chiesa Cattolica. Testimonianze legate a Terenzio si trovano ai Musei Civici di Palazzo Mosca, al Museo Diocesano, in Cattedrale, nella chiesa di sant’Agostino e nel Santuario della Madonna delle Grazie.

E per scoprire le vicende del patrono della città, lunedì 24 settembre alle 10.30 a Palazzo Mosca, un percorso che prende il via dall’Incoronazione della Vergine di Giovanni Bellini – dove Terenzio compare alla base del pilastro destro – e continua attraverso le altre opere che lo raffigurano; tra queste, anche un grande dipinto del patrimonio civico esposto al pubblico solo per l’occasione: La Madonna delle Grazie tra San Terenzio e la beata Michelina (1566), del pesarese Giovanni Antonio Pandolfi. Da Palazzo Mosca si prosegue al Museo Diocesano, negli splendidi sotterranei del settecentesco Palazzo Lazzarini, per un viaggio nel tempo tra reperti rari e preziosi, costituiti da oggetti di culto, pietà e catechesi della comunità cristiana locale. Per partecipare al percorso è previsto un biglietto di 4 € (info 0721 387541).

Se invece si vuole andare per musei e mostre in autonomia e libertà, ecco tutti i luoghi – e le mostre – da visitare. Ai Musei Civici di Palazzo Mosca (10-13, 16-19.30), accanto alle collezioni, la mostra diffusa (tra Pesaro, Urbino e Fano) ‘Rossini 150’ dedicata al compositore, a Casa Rossini (10-13, 16-19.30) l’esposizione della Fondazione Rossini sulle due opere che hanno compiuto 200 anni nel 2018: Mosè in Egitto e Ricciardo e Zoraide. Sempre in centro, per chi ama l’archeologia, la domus di via dell’Abbondanza (orario 10.30-12.30, 16.30-18.30); ingresso con biglietto Pesaro Musei, gratuito fino a 18 anni.

Il Museo Diocesano (via Rossini) è aperto il mattino 9.30-12.30 e il pomeriggio 16-19; la chiesa del Nome di Dio (via Petrucci) il mattino 9.30-12.30; ingresso gratuito.

Al Centro Arti Visive Pescheria (corso XI settembre), si visita ‘Neolithic sunshine’ (orario 16.30-19.30), la storia del suono e della musica messa in progetto espositivo dall’artista Matteo Nasini (ingresso con card Pesaro Cult, gratuito fino a 18 anni).

A Villa Molaroni, il Museo della Marineria Washington Patrignani è eccezionalmente aperto dalle 16 alle 19 (ingresso gratuito); alle 17.30, in programma ‘Paura e pericoli del mare’, una conversazione con Maria Lucia De Nicolò sul fenomeno della pirateria nei secoli dell’età moderna; info 0721 35588.

 

Comune di Pesaro

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...