Presentato a Fano “mangiarifiuti” mare

Contro l’inquinamento dei mari scende in campo un colosso degli elettrodomestici come la Whirpool Emea (Europa, Medio Oriente e Africa), segmento operativo della americana Whirpool Corporation, che al porto turistico Marina dei Cesari di Fano ha presentato “Seabin”: è un dispositivo che, galleggiando sull’acqua, raccoglie rifiuti 24 ore al giorno. Nell’ambito della sua adesione a #PlasticLess, progetto di riduzione dell’inquinamento delle acque marine dai rifiuti in plastica promosso da LifeGate, principale piattaforma in Italia sui temi della sostenibilità, Whirpool ha scelto due porti marchigiani (Fano e San Benedetto del Tronto) dove installare in Italia i primi due “Seabin” realizzati dalla azienda francese Poralu Marine. Il dispositivo una volta messo in acqua, nel bacino portuale, ancorato al pontile, funziona per 365 giorni l’anno ed è capace di aspirare tutto ciò che galleggia intorno, fino a raccogliere 1,5 kg di rifiuti al giorno per un totale di oltre 500 kg all’anno.

ANSA

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...