Meteo: da Venerdì 14 COLPO di SCENA, CAMBIA TUTTO prima del previsto, tanta GRANDINE

Non doveva forse l’anticiclone africano regalarci una settimana di caldo dai sapori ancora malinconicamente estivi? No qualcosa è andato storto come tante altre volte in questi ultimi mesi. Non ce la farà nemmeno questa volta.

L’anticiclone africano che sta iniziando a portare la nuova ondata di caldo facendo ritornare l’estate sul nostro Paese, cederà prima del previsto, sotto la spinta delle perturbazioni atlantiche, alimentate da freschi venti di Ponente.

Il primo campanello d’allarme lo avvertiremo già Giovedì 13 Settembre con l’aumento deciso della nuvolosità su tutto il Centro-Nord, nubi messaggere di un nuovo ennesimo guasto del tempo che in serata si realizzerà con numerosi focolai temporaleschi che dalle Alpi scenderanno impetuosi ed impietosi verso le pianure del Piemonte e della Lombardia, a Torino come a Milano.

Ma il crollo totale avverrà Venerdì 14 quando una forte perturbazione si abbatterà con violenza sulle regioni settentrionali e sulla Toscana; come sempre succede in queste configurazioni l’aria più fresca oceanica si scontrerà con quella più calda preesistente sul nostro territorio e sui nostri mari, innescando così fenomeni che potrebbero risultare violenti, vistosi, eclatanti, come quelli attesi sulla Liguria, sul Piemonte, sulla Lombardia e sulla Toscana dove si potranno formare anche delle super-celle, ovvero sistemi temporaleschi isolati, ma violenti, capaci di scaricare al suolo decine e decine di litri d’acqua per metro quadro in pochi minuti, assieme anche alla grandine e colpi di vento improvvisi.

La sera di Venerdì si preannuncia poi tempestosa, con precipitazioni che dal Nordovest si porteranno anche al Nordest, mentre dalla Toscana avanzeranno verso l’Umbria e scenderanno verso il Lazio raggiungendo anche Roma. E Non è finita qui perché Sabato 15 la perturbazione mentre continuerà ad insistere anche se meno organizzata sulle regioni settentrionali, dal Centro si sposterà pure verso il Sud, segnatamente su Campania e Puglia con temporali e grandinate a Napoli, Foggia e Bari. Inutile dire Rita aggiungere che questo ennesimo importante peggioramento non potrà che causare un drastico abbassamento delle temperature anche dell’ordine di 10°C riportando le nevicate dapprima sulle Alpi segnatamente sulle Dolomiti a 1500-1900m, poi anche sulla dorsale appenninica.

Articolo del 10/09/2018
ore 11:58
scritto da Antonio Sano’
Fondatore

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...