Vis Pesaro: le novità del Settore Giovanile, un bacino in continua crescita

Alla vigilia della nuova stagione calcistica della Vis Pesaro, il “polmone” giovanile biancorosso è attraversato da nuova linfa, diverse infatti le news che vanno ad interessare il bacino pesarese.  “Tra le novità di quest’anno per la nostra green line – sottolinea il Responsabile del Settore Giovanile biancazzurro Alessandro Crespi – la partnership con un club di prestigio come la Sampdoria, è per noi grande motivo di orgoglio. Ciò ci permetterà di attingere a metodologie educativo-formative di lavoro specifiche, collaborando con figure professionistiche, che verranno in maniera sistematica a Pesaro, sul campo, nel corso degli allenamenti. A tal proposito il nostro staff e i nostri ragazzi, si recheranno nella sede di Genova, con la possibilità di vedere da vicino come lavorano in serie A, a contatto con il club, un programma di formazione globale e di sviluppo costante di cui andiamo fieri.  Questo nell’ottica di costruire il percorso migliore per i nostri giovani, per la loro crescita e la loro valorizzazione. Inoltre – prosegue Crespi – da quest’ anno i nostri calciatori affronteranno quattro campionati nazionali. Si tratta delle categorie Berretti, Under 17, Under 15 e l’Under 16, che pur essendo facoltativa la partecipazione, abbiamo deciso di iscriverla ugualmente con l’obiettivo di mantenere una certa stabilità tecnica fra i vari tornei, per un livello qualitativo alto, in modo che ci sia un continuum per i nostri giocatori. Fra le note positive riguardanti il nostro bacino giovanile, anche quella di essere stati riconosciuti come Scuola Calcio d’Elitè, con il comunicato ufficiale n. 127 del 30/6/2018 il settore giovanile scolastico della FIGC ha infatti rese note le società, che a seguito di diverse fasi di controllo e nel rispetto di precisi parametri federali hanno dimostrato di possedere tali requisiti. Siamo molto felici per questo traguardo raggiunto, che ci permette di andare incontro anche alle esigenze di crescita dei ragazzi, considerando le diverse richieste avute sino a oggi, e l’innalzamento del tasso tecnico dei diversi campionati. Un obiettivo che ripaga  e certifica la qualità del lavoro svolto, con passione e senso di responsabilità, della struttura e del parco allenatori, un trittico che è stato così centrato, accanto alle mission prefissate di creare una comparto di calcio femminile e una scuola di portieri, ora presenti”.

Numeri importanti e in continua crescita, quelli che interessano il Settore Giovanile della Vis Pesaro, più di 300 gli iscritti ad oggi, ciò reso possibile attraverso un connubio di impegno, motivazione, collaborazione e attenzione mirata dal bambino al ragazzo, come dichiara il Responsabile del vivaio biancorosso Alessandro Crespi: ” Diversi i fattori che ad oggi ci portano ad essere soddisfatti della strada tracciata, la filosofia è quella di formare giovani calciatori non soltanto dal punto di vista tecnico, ma anche, sotto l’aspetto educativo, scolastico e relazionale, cercando di avere cura della persona nel suo insieme. Sappiamo benissimo che non tutti i ragazzi possono arrivare nel calcio professionistico, ma abbiamo il dovere di sviluppare al massimo il potenziale tecnico di ogni ragazzo. Vorremmo continuare il percorso basato su un forte senso della territorialità e di appartenenza al club. Il successo del Vis Pesaro Football Camp, del corso di Technical and Coordination Skill e della Scuola Calcio, sono solo alcune delle conferme, che ci vedono ora presenti nel mondo giovanile dell’elitè del calcio marchigiano. Lo svolgimento dell’attività sul Campo Supplementare, inoltre, un importante incentivo che si affianca al progetto di risanamento dei Campi a Villa Fastiggi, un polo sportivo di un certo livello fondamentale per far fronte alle esigenze che le nostre squadre richiedono. Accanto a questo prospetto, la nostra proposta culturale-sportiva è volta a incrementare il colloquio con le famiglie, colonne portanti per i giocatori. Già, nella scorsa stagione, abbiamo promosso diversi incontri con familiari e convegni relativi allo sport e i suoi valori, perché vogliamo avvicinare i genitori, coinvolgendoli, in quanto pilastri educativi, accanto alla scuola e allo sport, focus d’inclusione sociale, per comprendere al meglio ciò che facciamo “.

 

Veronica Lisotti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...