Palio dei Bracieri, Ricci: “Identità e orgoglio pesarese”

L’evento da giovedì a Rocca Costanza. Il sindaco: manifestazione che unisce la città

 

PESARO – Capi contrada schierati in Comune, per l’incipit della settimana più lunga. Si apre la caccia al Palio (a Rocca Costanza da giovedì 26 luglio a domenica 29 luglio, giorno di gara, con la finale alle ore 21; ndr), all’inseguimento dei detentori dell’Arzilla. Matteo Ricci conferma il commento coniato negli anni: «All’inizio sembrava pazzia. Ma gli ideatori, con coraggio, hanno dimostrato che c’era bisogno di una manifestazione così. Il Palio è una ‘figata’, una delle poche gare che unisce. Nei Bracieri ci si ritrova, cresce il senso di appartenenza. Parliamo di sano orgoglio pesarese». Non solo: «L’evento ha sdoganato la vivacità. Dando origine al meccanismo, dimostrando che si poteva fare». Secondo il sindaco, «una città più vivace è anche più sicura. Lo prova la riduzione degli incidenti mortali sulle strade nel sabato sera. I giovani vanno meno verso la Romagna con l’auto e restano di più qui in estate, muovendosi in bici: cose che hanno un grande grande valore. E il Palio è stato l’avvio di questo cambiamento». Puntualizza Ricci: «L’evento non è del Comune, appartiene ai giovani della città. Un suggerimento agli organizzatori? Trovare un modo per coinvolgere ulteriormente i bambini. In maniera da alimentare la tradizione, tramandandola nelle generazioni». L’ideatore Massimiliano Santini introduce i protagonisti degli eventi collaterali. L’elenco include ‘biliardino dei quartieri’(200 persone iscritte), sfida tra Giorgione e cuoche di quartiere, band musicali della città, villaggio gastronomico, mercatini, ‘palio dog edition’, miss Palio, calcio dei Bracieri, (già concluso e vinto da Candelara), premio Avis per la contrada più altruista, show di Bicio negli stand dei quartieri. Con gli eventi «Herencia» (spettacolo di flamenco organizzato da AlmaGitana, venerdì 27 luglio, ore 21.15) e Wonderful Eighties (evento dedicato ai grandi artisti degli anni Ottanta, sabato 28 luglio, ore 21, con Accademia Zero Crossing e Orchestra Sinfonica Rossini). «Siamo ancora qui, all’ottava edizione», evidenzia Santini. Affiancato, tra gli altri, dallo speaker Tomas Nobili, dall’illustratore Francesco Zanotti  e dal responsabile comunicazione-relazioni esterne della Bcc Gradara Andrea De Crescentini. Secondo cui «il segreto del Palio nasce dalla gente e dalla città. Per questo non potevamo fare mancare il nostro supporto».

 

Comune di Pesaro

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...