In un interessante saggio IL SE E IL MA DELLE INVESTIGAZIONI, si riflette sulla criminologia, diritto ed esperienza sul campo. Temi di grande attualità

Recentemente è uscito il saggio IL SE E IL MA DELLE INVESTIGAZIONI – Riflessioni tra criminologia, diritto ed esperienza sul campo, di due autorevoli autori che vivono direttamente queste tematiche che spesso rischiano di allontanarsi. Il primo, Fabio Federici, colonnello dei carabinieri e Alessandro Meluzzi che affrontano e studiano, con le riflessioni contenute nel libro, il tema delle indagini scandagliando le due facce della medaglia: le investigazioni che debbono portare alla scoperta del colpevole e il viaggio nel cervello del criminale. In questa società sempre più violenta con i frequentissimi omicidi e violenze sulle donne, quali possono essere i percorsi anomali dei rei? I due autori cercano di dare delle risposte ed il testo che ne viene fuori sarebbe da distribuire nelle scuole per la semplicità, la profondità e la cognizione con le quali gli argomenti vengono affrontati, spiegati e messi a disposizione del lettore comune. Un libro crudo e veritiero: “La missione delle investigazioni nei delitti efferati espone l’investigatore al contatto quotidiano con le alterazioni della mente e del comportamento umano e ci conduce fra gli spettri dolorosi della violenza”. Dall’altra sottolineano gli autori, l’indagine analizza la Mente enigmatica dell’assassino ma anche della vittima che spesso viene descritta come una icona di santità. “Ma non è mai così. La santificazione della vittima è una logica che ci allontana dalla ricerca della verità”, sostiene Alessandro Meluzzi, che poi affronta il problema del profiling del carnefice, mettendo in guardia dall’errore peggiore che si possa fare. la perizia psicologica del sospettato numero uno esplicitamente vietata dal nostro ordinamento. Un libro prezioso e utile da tenere a portata di mano per gli addetti ai lavori, giornalisti e coloro che sono interessati dei casi di investigazione giudiziaria.

PAOLO MONTANARI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...