Grandine e pioggia, serissimi i danni alle imprese del pesarese. CNA: “Attivare le procedure per richiedere lo stato di calamità”

PESARO – Danni a capannoni, laboratori, mezzi. L’eccezionale grandinata di ieri abbattutasi su Pesaro e comuni limitrofi ha creato serissimi danni anche alle imprese. Alla CNA sono arrivate molte segnalazioni da parte di aziende associate che hanno registrato seri danneggiamenti ai propri laboratori. I più gravi riguardano le coperture dei capannoni ed in particolare degli impianti fotovoltaici che in qualche caso sono andati semidistrutti a causa della violenza della grandinata. Vetrate andate in frantumi con conseguenti allagamenti. Serissimi i danni anche per quel che riguarda i mezzi delle imprese (auto, furgoni e in qualche caso anche autotreni), con cristalli andati in frantumi, teloni strappati, parti della carrozzeria letteralmente crivellate dalla grandine. Danni anche alle strutture dei concessionari di spiaggia (ombrelloni, tavoli, etc.).

Ma la conta di quel che ha provocato il maltempo di ieri è ancora in corso e molti stanno in queste ore documentando quanto hanno lasciato quei minuti d’inferno.

In ragione dell’eccezionalità e della violenza dell’evento, la CNA di Pesaro e Urbino rivolge un appello al sindaco di Pesaro per chiedere di attivare tutti gli strumenti e le procedure necessarie al riconoscimento dei danni subiti dalle aziende, anche attraverso la richiesta dello stato di calamità naturale.

La CNA di Pesaro e Urbino invita tutte le aziende che hanno subìto danni a fare una serie di rilievi fotografici che possano essere riconducibili temporalmente all’evento meglio se con la prova di una data dello scatto; (a tal fine si può impostare lo scatto con la data e ora oppure tenere a portata di mano un quotidiano del giorno).

Occorre ricordare che l’eventuale ristoro dei danni sarà comunque subordinato al riconoscimento dello stato di calamità naturale da parte della Regione.

Occorrerà fornire tutti quei dati che sono utili rispetto all’evento riguardante la calamità naturale, descrivendo nel particolare il tipo di immobile che ha subito i danni, il tipo di danno, redigendo possibilmente un elenco molto dettagliato, al quale allegare delle fotografie.

Nel caso in cui le imprese abbiano dovuto effettuare dei lavori preventivi ed urgenti dovuti a danni gravi, occorre allegare anche le relative fatture, per mostrare le spese.

CNA di Pesaro e Urbino

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...