Bruno Petroni

Il marchigiano Bruno Petroni, classe 1941, è nato ad Acqualagna (PU) il 16 ottobre. E’ stato un buon calciatore nel ruolo di attaccante. Cresciuto come centravanti nelle giovanili dell’Inter, esordisce in Serie A nella stagione 1961-1962 e a fine stagione passa in prestito al Catania dove disputa il campionato di Serie A con 11 reti all’attivo (miglior marcatore degli etnei), contribuendo alla salvezza finale dei rossazzurri. Torna quindi a Milano dove nella stagione 1963-1964, chiusa dai nerazzurri al secondo posto dopo lo spareggio col Bologna, disputa 10 incontri in campionato con 3 reti all’attivo, fra cui una doppietta realizzata il 19 aprile proprio ai suoi ex-compagni (Inter-Catania 4-1). Si alterna ora sulla fascia destra ora al centro della prima linea con i vari Jair, Di Giacomo, Cappellini e Milani. Petroni si separa definitivamente dalla maglia nerazzurra nel novembre del 1964 e si accasa all’Atalanta. Ritornerà al Catania (1965-1966) e giocherà anche nel Genoa (1966-1968) per finire la carriera nel Rapallo Ruentes (1972) nel campionato di Serie D. Muore a Milano nel 2014, giorno di Ferragosto. Ho conosciuto personalmente l’amico Bruno Petroni, persona dal carattere solare, grande umanità e, soprattutto, umiltà nel ricordare con emozione i momenti più significativi di una carriera nella quale ha avuto l’occasione di essere allenato da Helenio Herrera, di giocare insieme a talentuosi calciatori e di firmare il proprio ingaggio al cospetto del petroliere Angelo Moratti.

MASSIMO MAGI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...