Un cittadino marocchino 38enne è l’assassino di Sabrina Malipiero. Il cordoglio del sindaco Matteo Ricci

PESARO – Un cittadino marocchino 38enne, Zakaria Safri, imbianchino, è l’assassino di Sabrina Malipiero, la donna 52enne uccisa nella sua casa di Pesaro a Pantano con una coltellata alla gola. L’uomo, interrogato durante la notte assieme a decine di altri sospettati, ha sempre negato, per poi confessare in mattinata davanti al pm e agli investigatori della Mobile pesarese, che sono risaliti all’omicida analizzando i contatti telefonici della vittima e selezionando quelli più frequenti negli ultimi dieci giorni, a parte i familiari e gli amici più stretti. Alla base del delitto sembrano siano stati futili motivi, probabilmente una frase ritenuta offensiva. Il marocchino era già noto alla polizia, in particolare all’antidroga della Questura di Pesaro Urbino, ma non ha condanne a suo carico e stando alle prime informazioni, avrebbe frequentato spesso la casa di Sabrina Malipiero, commessa in un supermercato e madre di due figli grandi, da tempo separata dal marito, infatti la donna gli aveva aperto senza problemi anche l’ultima volta. L’uomo, probabilmente per un futile motivo, ha sottoposto Sabrina ad un brutale pestaggio e le ha inferto due coltellate di cui una alla gola che ha raggiunto la giugulare e provocato la morte per dissanguamento. L’assassino è poi fuggito con la Daewoo Matiz nera della vittima, rinvenuta sabato sera in un’altra parte della città.
Zakaria Safri ha confessato di avere agito sotto l’effetto della cocaina e di aver avere assunto la droga due volte, la prima intorno alle 14 e più tardi. A scatenare una reazione abnorme, ha raccontato l’uomo, sarebbe stata una frase denigratoria detta dalla donna. L’omicida aveva la mano destra tumefatta e un graffio sul petto. Con la mano destra avrebbe preso a pugni la vittima, poi le avrebbe sferrato i due colpi alla gola con un coltello da cucina. Tentando di difendersi, la donna lo ha graffiato. La notizia dell’omicidio di Sabrina Malipiero ha addolorato tutti. Queste le parole del sindaco di Pesaro Matteo Ricci: “L’omicidio di Sabrina Malipiero ha sconvolto tutta la città. Grazie al preciso lavoro delle forze dell’ordine il colpevole è stato trovato e ha confessato. Ancora una volta nel nostro Paese, qualsiasi sia la causa scatenante, una donna viene colpita e uccisa da un uomo che conosceva bene. Piccoli uomini che si trasformano in bestie feroci contro una donna. Basta femminicidi. Un abbraccio stretto ai figli e alla famiglia e tante condoglianze da parte di tutta la città”.

 

Rosalba Angiuli

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...