A Pesaro dal 26 Giugno torna la quarta edizione di MU.N – MUSIC NOTES IN PESARO, rassegna di musica classica curata da Eugenio Della Chiara

Dopo il successo di pubblico ottenuto nelle prime tre stagioni torna a Pesaro dal 26 giugno al 24 luglio – con la sua quarta edizione – MU.N – Music Notes in Pesaro, rassegna di musica classica curata da Eugenio Della Chiara, promossa dal Comune di Pesaro in collaborazione con AMAT. Il programma si compone di cinque appuntamenti la cui programmazione musicale affronta un arco temporale che va dal Settecento ai nostri giorni, con cadenza settimanale nella suggestiva cornice della Chiesa dell’Annunziata.

Nel concerto inaugurale di MU.N 2018 – il 26 giugnoPiercarlo Sacco, in veste di violista, è alla testa del quintetto completato da Francesca Bonaita, Marco Gialluca, Chiara Torselli ed Eugenio Della Chiara. Il programma è dedicato a due autori che si sono assiduamente dedicati alla musica da camera: nel celebre Quintetto G 448 e nella Tiranna Boccherini riesce a trovare un felice punto d’incontro tra stile classico e folklore spagnolo, mentre il Quintetto op. 143 può essere letto come un simbolo della complessa vicenda musicale e umana di Castelnuovo Tedesco.

Marco Vergini si confronta – il 3 luglio – con il suo autore d’elezione, Claude Debussy, in un programma che abbraccia tutti i momenti più importanti della produzione pianistica del grande maestro francese: da L’isle joyeuse fino alle due serie delle Images e ai Preludi del primo libro, passando dalla Suite bergamasque che – composta nel 1890 e revisionata nel 1905 – è presentata come punto centrale di questo percorso monografico.

Nel concerto di Piercarlo Sacco e Orazio Sciortino – il 10 luglio – si ha la rara occasione di ascoltare una dopo l’altra due pietre miliari del repertorio per violino e pianoforte come le Sonate di Debussy e di Richard Strauss; ad accompagnarle Ludi dello stesso Sciortino – importante compositore dei nostri giorni oltre che noto interprete – e Figaro di Castelnuovo Tedesco, parafrasi della celebre cavatina rossiniana.

Assistendo al concerto di Massimo Giuseppe Bianchi – il 17 luglio – ci si potrà confrontare – usando le parole del pianista stesso – con la musica “del passato, del presente e del futuro”, senza avere la pretesa di applicare solo una di queste categorie a ciascuno dei brani che compongono un programma estremamente vario: dal Novecento storico della Sonatina di Casella e dei Cipressi di Castelnuovo Tedesco si approda alla Musica Ricercata di Ligeti (celebre per l’uso che Kubrick ne fece in Eyes wide shut) passando per un classico come la Sonata op. 27 n. 2 di Beethoven.

La serata conclusiva della quarta edizione di MU.N – il 24 luglio – ha come filo conduttore il canto. Il programma si apre con l’esecuzione, da parte di Eugenio Della Chiara, di sei Lieder di Schubert trascritti per chitarra sola da Johann Kaspar Mertz; dal canto rievocato tramite le sei corde si arriva in fine alla vera presenza della voce umana, con il Coro “San Carlo” di Pesaro che si cimenta – accompagnato dalla chitarra – nel Romancero gitano, composizione in cui Castelnuovo Tedesco ha messo in musica sette liriche tratte da vari poemi di Federico García Lorca.

 

Per informazioni e biglietti (8 euro, carnet 3 concerti 20 euro): biglietteria Tipico.tips 0721 34121, AMAT 071 2072439, www.teatridipesaro.it, www.amatmarche.net. Biglietteria presso Chiesa dell’Annunziata (334 3193717) dalle ore 20 delle sere di concerto. Inizio concerti ore 21.15.

Barbara Mancia

ufficio stampa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...