Prima o poi arriva il dolore, la storia condivisa di troppe donne

Dalla sua apertura, nel 2009, a oggi, quasi 1.000 donne si sono rivolte alle operatrici del Centro antiviolenza “Parla con noi” di Pesaro. Nella seconda storia della campagna di comunicazione di Labirinto “La storia condivisa”, dal titolo “Prima o poi arriva il dolore”, il racconto di più storie, di violenza e liberazione dalla violenza

PESARO – Tocca il tema della violenza sulla donna la seconda storia della campagna “La storia condivisa” con cui la Cooperativa Sociale Labirinto intende far conoscere alla comunità in cui opera le proprie attività, attraverso il racconto di storie narrate dalle socie e dai soci della cooperativa. Le storie, corredate da illustrazioni e video, sono diffuse attraverso il sito e i principali social network della cooperativa, Il resto del Carlino – edizione di Pesaro, la rubrica “Mondo Labirinto” nata dalla collaborazione con Radio Prima Rete, il sito Nelpaese.it, quotidiano online di Legacoopsociali, oltre che sui mezzi di informazione cartacea e digitale, con l’hashtag #lastoriacondivisa.

La storia dal titolo “Prima o poi arriva il dolore” riporta volutamente non una sola storia, “perché ci si troverebbe a fare i conti con qualcosa di troppo intimo, privato e doloroso per chi ci si riconosce” ma pezzi di più storie. Sono storie raccontate dalle operatrici del centro antiviolenza “Parla con noi” di Pesaro, che dalla sua apertura, nel 2009, a oggi, ha accolto quasi 1.000 donne, offrendo gratuitamente colloqui di accoglienza, colloqui informativi di carattere legale, sostegno psicologico, orientamento e accompagnamento all’utilizzo dei servizi presenti sul territorio, sostegno nell’individuazione di soluzioni per ospitalità temporanea alle vittime e ai loro figli minori, quando è stato necessario un allontanamento dal proprio domicilio.

“Prima o poi arriva il dolore” racconta dunque più storie, di violenza e di liberazione dalla violenza, nella consapevolezza che condividere le sofferenze con altre persone non risolve il problema, ma aiuta le donne che subiscono maltrattamenti, violenze fisiche, psicologiche, economiche e stalking, a non sentirsi sole e a sapere che ci sono persone che possono aiutarle.

Il video, l’illustrazione e la storia “Prima o poi arriva il dolore” sono pubblicati sul sito della cooperativa, al seguente link http://www.labirinto.coop/lastoriacondivisa/687-prima-o-poi-arriva-il-dolore. Per visionare gli altri contenuti della campagna, è possibile consultare la sezione dedicata, e i canali social di Labirinto, Facebook e YouTube. Dopo la storia nata nei settori della disabilità in età evolutiva e adulta, e la storia sulla violenza di genere, la prossima, che uscirà nel mese di giugno, in occasione della Giornata mondiale del rifugiato, è nata dal confronto con socie e soci che lavorano nel settore migranti della cooperativa.

 

Valentina De Felice
Labirinto Cooperativa Sociale – Ufficio Stampa
Via Milazzo, 28 – 61100 Pesaro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...