Leggere, leggere…. riflettere, rubrica editoriale, anche sotto l’ombrellone, a cura di Paolo Montanari

Proseguiamo con le letture sotto l’ombrellone.

 

Salvatore Basile è l’autore del romanzo LA LEGGENDA DEL RAGAZZO CHE CREDEVA NEL MARE (Garzanti editore). Salvatore Basile, napoletano, vive a Roma dove fa lo sceneggiatore e regista. Ha scritto e ideato molte fiction di successo. Dal 2005 insegna scrittura per la fiction  e il cinema presso l’Alta Scuola in Media Comunicazione e Spettacolo dell’Università cattolica di Milano. Marco è il protagonista del romanzo: AMORE E ODIO PER IL MARE. Prima ama tuffarsi e ricordare i propri genitori, poi lo rifiuta ed ha paura del mare, per una caduta su una scogliera. Il rifiuto del mare significa che viene infranto il suo sogno. Eppure questa insicurezza che gli incute rabbia è un sentimento che deve superare ed è Lara la sua fisioterapista che lo aiuta in questo nuovo atteggiamento psicologico. Entrambi vanno nel paesino di lei in vacanza, dove il sole e la sabbia contribuiscono alla guarigione di Marco. Ma questo atteggiamento affettivo e quasi protettivo di Lara nei suoi confronti nasconde altri segreti nascosti. E solo allora che Marco potrà sporgersi da uno scoglio senza tremare e con il suo cuore sarà pronto a volare.

 

I FIGLI DI DIO è un bellissimo romanzo di Glenn Cooper. Già nella copertina si vede un profilo dimezzato della Vergine di Antonello da Messina, che vuole inoltrarci in un percorso tortuoso dove si coniugano fede e scienza, mistero e suspense. Glenn Cooper tipico esempio di self made man con questo romanzo dimostra ancora una volta le sue capacità narrative. Tre donne, tre Vergini, Maria nelle Filippine, Mary in Irlanda e Maria in Perù sono tre vergini che rimangono incinta. Il Papa alla notizia di questa sconcertante notizia incarica un suo cardinale di fiducia per conoscere direttamente queste ragazze. Le prime due rimangono sconcertate e confuse e la terza in Perù scompare e poco dopo scompaiono anche le altre due. Chi può essere stato? Si indaga su forze destabilizzanti dentro e fuori del Vaticano che vogliono far cadere papa Celestino VI, ed è lui solo che può sventare la più grande minaccia che incombe sulla chiesa dai tempi della riforma protestante. Un finale avvincente di un grande scrittore.

 

PAOLO MONTANARI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...