Bel concerto al teatro Snaporaz

Quadri d’opera è il titolo del bel concerto al teatro Snaporaz tenuto dal Coro Lirico della Regina di Cattolica, nel tradizionale omaggio estivo alla città romagnola. Un successo per la splendida esecuzione di alcuni brani tratti da: Carmen, Traviata e Carmina Burana, sotto la vigile e professionale direzione del maestro Gilberto Del Chierico, Un particolare apprezzamento al soprano americano Kelly McClendon che, soprattutto nelle arie tratte dalla Traviata di Giuseppe Verdi, ha raggiunto un’autentica apoteosi musicale, con rare vocalità interpretate con un forte pathos. Oltre al celebre Brindisi che Kelly McClendon ha cantato con il bravo corista Giacomo Martini e il coro, l’artista americana  ha dato il meglio di sè nei due brani successivi: E’ strano! E strano! e Addio del passato, in cui ha raggiunto vertici drammaturgici e vocali magistrali. Ma Kelly McClendon ha espresso la sua  bravura anche nel brano di Carmen e in tre difficili brani dei Carmina Burana. Ma il concerto al teatro Snaporaz, oltre alla bella interpretazione del coro della Regina in tutti i brani selezionati dei Carmina Burana, Carmen e La Traviata, accompagnati da una attenta e brava ensemble musicale composta da Fabrizio Di Muro al pianoforte e Carla Perazzini al flauto e percussioni, ha dato spazio anche a voci soliste che provengono dal coro stesso. Una segnalazione particolare del giovane corista tenore, Giacomo Martini, che nell’esecuzione in Re naturale, di Olim Locus colueram, ha raggiunto una notevole interpretazione vocale tale da non far rimpiangere i contraltisti che generalmente si succedono per questo difficile brano dei Carmina Burana. Molto brava, ma ormai è risaputo, per la sua notevole esperienza artistica, la corista mezzo soprano, Romana Angeli, nella interpretazione dell’Habanera dalla Carmen di Bizet, accompagnata dal coro della Regina e alcuni elementi del coro di Vallefoglia. Bravo il corista Emanuele Mangano nel suo esordio solistico nel difficile Toreador song, dove oltre alla musicalità e alla poesia occorre accentuare anche la potenza virile, in cui si sente, come un leitmotive, il tema della passione e della morte nell’epilogo finale. Ma torniamo all’esecuzione del coro, che è stato molto equilibrato in tutte e quattro le sezioni, grazie alla preparazione e guida del maestro Del Chierico. Una bella serata di musica all’insegna dell’amicizia e dell’arte.

 

PAOLO MONTANARI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...