Presentazione del n. 6 di “Studi pesaresi”, la rivista della Società pesarese di studi storici

 

Martedì 19 giugno 2018 alle ore 18,00 nell’auditorium (g.c.) di palazzo Montani (piazza Antaldi, 2 – Pesaro) viene presentato il n. 6 (2018) di “Studi pesaresi”, la rivista della Società pesarese di studi storici. In questo numero monografico viene proposto un saggio di Maria Chiara Mazzi e Raffaele Riccio intitolato

 

Galeazzo Sabbatini
(1597-1662)
Un pesarese del Seicento tra musica e diplomazia

 

Saranno presenti gli autori, la cui ricerca ha indagato la vita e le opere di un musicista e religioso pesarese del XVII secolo, oggi poco noto al grande pubblico ma assai apprezzato ai tempi suoi per le molte composizioni sacre e profane e soprattutto per una famosa Regola facile e breve per sonare sopra il basso continuo nell’organo, monocordo o altro simile stromento (Venezia 1628): un fortunato manuale che per più di un secolo dopo la sua morte sarebbe stato ancora diffuso e utilizzato nell’ambiente musicale.

Galeazzo Sabbatini, che fu in corrispondenza con i più noti musicisti italiani ed europei del suo tempo, operò per anni come compositore di corte presso i Pico, duchi della Mirandola e di Concordia, i quali lo utilizzarono anche come diplomatico; rientrato più tardi a Pesaro, vi svolse il delicato ruolo di canonico camerlengo del capitolo della cattedrale. Forse vanno cercate proprio in questa difficile funzione, che lo investiva della soprintendenza delle rendite e delle proprietà del capitolo, le ragioni di un attentato mortale, e mai del tutto chiarito, di cui gli autori hanno cercato di dipanare il mistero studiando il fascicolo criminale che oggi è conservato nell’archivio storico dell’arcidiocesi di Pesaro.

 

Maria Chiara Mazzi, musicologa, Accademico filarmonico di Bologna, tiene conferenze di argomento storico musicale per varie istituzioni italiane; docente di Storia ed Estetica Musicale presso il Conservatorio “Rossini” di Pesaro, è autrice di numerosi saggi e studi su temi storico-musicali, che ha pubblicato per riviste specialistiche e divulgative.

 

Raffaele Riccio si occupa di Storia della cultura e della mentalità del Seicento italiano ed europeo, dal 2003 partecipa come consulente e relatore al Festival Segni Barocchi di Foligno. Ha pubblicato saggi di argomento storico-filosofico su diverse riviste e ha curato la traduzione e l’edizione di Juan Huarte di San Juan, Esame degli Ingegni. Si occupa inoltre di Storia dell’alimentazione, ed è al riguardo autore di diverse opere.

 

 

La cittadinanza è invitata

 

Riccardo Paolo Uguccioni

presidente

Società pesarese di studi storici

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...