Consorzio Confindustria Energia Adriatica: 37.5 milioni nel 2017

 

Papalini: ”Ai nostri soci progetti innovativi per garantire risparmi”

 

 

I Soci del Consorzio Confindustria Energia Adriatica hanno approvato il bilancio 2017, che ha chiuso con un fatturato di 37.5 milioni di euro, in linea con quello dell’anno precedente. L’Assemblea, che si è tenuta presso la Profilglass di Fano, il più significativo utilizzatore di energia elettrica e gas tra i soci del Consorzio, si è occupata anche di due progetti molto innovativi in direzione del risparmio energetico e di una migliore operatività dei macchinari aziendali.

“Uno di questi è sperimentale e interessa le aziende che utilizzano le tecnologie più innovative – ha spiegato il Presidente Mauro Papalini – e si inserisce in un accordo nazionale con Confindustria e-distribuzione”. Da un lato le imprese si impegnano a verificare l’assetto dei propri impianti, ed intervenire in caso di possibili miglioramenti, dall’altro e-distribuzione metterà in campo i migliori ingegneri e progettisti per garantire un pieno supporto alla riduzione delle criticità della rete elettrica.

L’altro progetto “esclusivo per i soci”, è finalizzato all’avvio delle unità virtuali abilitate di consumo (Uvac): si tratta di un sofisticato accorgimento normativo ideato a livello nazionale da Terna e Arera per garantire una maggiore stabilità alla rete, riducendo l’operatività delle centrali di produzione nei momenti di picco, sfruttando la disponibilità di alcune aziende a ridurre i carichi a chiamata, con la controparte di un compenso economico. Sempre in tema di risparmio, il Consorzio Energia, grazie ad un accordo con Edison Energy Solution, potrebbe sviluppare progetti per oltre 4 milioni di investimenti, introducendo tecnologie in grado di ridurre il costo energetico delle imprese analizzate di un milione di euro all’anno, con tempi di rientro sui costi dell’investimento fissati in 4 anni.

L’Assemblea si è conclusa con l’intervento del fondatore e patron dell’azienda Giancarlo Paci che, con il figlio Matteo, ha illustrato i numeri dell’azienda: oltre 530 milioni di fatturato,  800 addetti, una superficie di 280 mila metri quadrati, e investimenti  per lo sviluppo della nuova company LamiAL, “che grazie a risorse per 80 milioni entrerà nel mercato dei laminati di alluminio per automotive e trasporti”.

 

CONFINDUSTRIA MARCHE NORD

Unione Industriali Ancona e Pesaro Urbino

Territoriale Pesaro Urbino

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...