Leggere, leggere… riflettere, rubrica editoriale a cura di Paolo Montanari

 

Questa settimana vorrei consigliare ai nostri lettori quattro saggi diversi fra loro ma di grande attualità.

UNA PAPA CHE DIVIDE? Le inevitabili contraddizioni di un pontificato rivoluzionario è il titolo del saggio del giornalista vaticanista Gian Franco Svidercoschi (Rubbettino editore). Profondo conoscitore dei grandi eventi della Chiesa cattolica, dal Concilio Vaticano II all’avvicendamento di sette Pontefici, Svidercoschi è stato vice direttore dell’Osservatore Romano e ha collaborato con Giovanni Paolo II nella stesura di DONO E MISTERO, ha scritto una ventina di libri tra cui UNA VITA CON KAROL e HO VISSUTO CON UN SANTO. E’ stato anche sceneggiatore di due film su papa Wojtyla. Con questo saggio il vaticanista si chiede se davvero Francesco è un papa che divide? Non è una domanda provocatoria, ma una fotografia istantanea a cinque anni dagli inizi, del pontificato di Bergoglio. Per Francesco bisogna tornare al Vangelo, inteso come centralità della misericordia, dell’attenzione ai poveri e soprattutto alle periferie, tema centrale dell’insegnamento di Bergoglio. Un Papa rivoluzionario? Sì, che inquieta i cuori, scompagina i centri di potere e opposizioni all’interno della gerarchia ecclesiastica. Il licenziamento in tronco dei vescovi cileni per una loro mancanza di controllo di quel sistema dilagante che è la pedofilia nel paese sud americano, è un segno dei tempi che lo stesso Francesco ha voluto. E’ una chiesa in uscita quella di Francesco che non accetta il falso perdonismo. Si parla di un Papa eretico. Da qui le contraddizioni che si possono cogliere e che l’autore del libro evidenzia chiaramente definendo il cattolicesimo una religione inserita in un periodo di transizione, molto complesso e sofferto. Ma che deve avere degli orizzonti positivi che possono portare a superare sfide impensabili.

Biagio Riccio è l’autore di FUGACI RITRATTI prefazione di Vittorio Sgarbi (Rubbettino editore). Un connubio inedito e insolito, fra un autore Biagio Riccio avvocato cassazionista di diritto fallimentare, societario e bancario, ma anche editorialista nella famosa e quasi scomparsa terza pagina, in cui si è soffermato sulla mitologia, letteratura, filosofia e storia. Il libro raccoglie questi articoli a cu si affianca una intelligente prefazione di Vittorio Sgarbi: “Anche quando opinabili le posizioni di Riccio non appaiono mai chiuse in una torre d’avorio, ma aperte a un confronto che mira al corretto equilibrio fra le parti, nella cristallina convinzione che la verità assoluta non appartiene a questo mondo e che ad ascoltare gli altri ci si possa davvero arricchire, invece che impoverire. Tutto il contrario, insomma, di quanto si vede in televisione, si legge sulla stampa o si scrive su Internet. Fugaci ritratti è una boccata d’ossigeno in un ambiente inquinato”. Riccio è uno spirito dialettico, si vuole esprimere per esprimersi, preferisce il capire. Riccio studia Leopardi, Cristo,Manzoni tre esmpi significativi di una realtà che tendono ad allontanare.

IL RITORNO ALLA RAGIONE di Guido de Ruggiero, a cura di Francesco Mancuso e Francesco Postorino (Rubbettino editore), del 1946 racchiude buona parte degli articoli che il grande storico del liberalismo europeo pubblicò nel settimanale LA NUOVA EUROPA, diretto da Luigi Salvatorelli. Il saggio è suddiviso in tre parti: nella prima, de Ruggiero analizza le premesse speculative dello storicismo crociano; nella seconda denuncia in particolar modo, e con toni illuminati, le derive irrazionalistiche del pensiero tedesco; nella terza parte sono presenti alcuni studi sul liberalismo, sulla democrazia, sul nazionalismo, sul pensiero socialista e sul rapporto dialettico fra destra e sinistra: in breve verte sugli orientamenti politici maturati dalla Rivoluzione francese fino al secondo immediato dopoguerra.

I CUSTODI DELLA SORGENTE – L’avventura dell’acqua Sant’Anna è un interessante saggio di Alberto Bertone e Adriano Moraglio (Rubbettino editore). E’ la storia di una impresa e di un imprenditore Alberto Bertone trasformato in chiave narrativa. “Di fronte a noi c’è un tesoro della natura, scrivono i due autori, che sembra dire: difendimi, custodiscimi,fammi conoscere. Ci avviciniamo alla cascata in un punto accessibile e affondiamo le mani in una pozza. E’ buona, è leggerissima…. L’acqua che abbiamo assaggiato ci ha conquistato subito e, per di più, il posto è incantevole. L’idea di commercializzarla è tanto buona quanto lo è l’acqua stessa”. Una storia di un artigiano dell’acqua che oggi è leader di acqua minerale naturale Sant’Anna in Italia. Che è il racconto, sembra, di altri tempi.

PAOLO MONTANARI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...