Bomba Marotta fatta brillare in mare, grande il doppio di quella di Fano

 

E’ stato fatto brillare in mare l’ordigno bellico rinvenuto nei giorni scorsi da un peschereccio al largo davanti a Marotta. Le operazioni sobo sate conotte dai palombari della Marina Millitre con il supporto di personale mezzi della Guardia costera. “Era una bomba d’aereo americana da mille libbre contenente circa 270 chilogrammi di esplosivo, praticamente il doppio di quella rinvenuta sul lungomare di Fano” ha detto il comandante del Nucleo Sdai di Ancona, tenente di vascello Marco Cassetta, che ha condotto le operazioni di brillamento avvenute nella stessa zona dove a marzo era bonificato l’altro residuato bellico, dopo avere evacuato 23 mila abitanti dal centro di Fano. Il Nucleo Sdai (Sminamento Difesa Antimezzi Insidiosi) di Ancona è stato attivato dalla Prefettura di Pesaro Urbino dopo il ritrovamento dell’ordigno da parte del peschereccio ‘Jamaica’ a circa 5 miglia al largo delle coste, a una profondità di 18 metri, Ci sono voluti due giorni di immersioni per effettuare la ricerca del residuato bellico a causa delle acque torbide. “Tornare nelle acque dove, soltanto tre settimane fa, abbiamo posto fine all’emergenza che si era creata per Fano a seguito del rinvenimento di una bomba d’aereo inglese da 500 libbre – ha osservato Cassetta – ci rende orgogliosi del nostro lavoro che, benché difficile e a volte molto pericoloso, ci permette di aiutare la popolazione a riappropriarsi del mare e delle sue risorse”. Lo scorso anno i palombari della Marina Militare hanno recuperato e bonificato un totale di 22 mila ordigni esplosivi di origine bellica, mentre dal primo gennaio 2018 sono già 3.032 i manufatti esplosivi rinvenuti e neutralizzati nei mari, fiumi e laghi italiani, senza contare i 10.068 proiettili di calibro inferiore ai 12,7 mm. Lo speccchio d’acqua intorno all’ordingo ra stato interdetto alla navigazione e pattugliato dalle motovedette della Guardia Costiera di Ancona, Pesaro, Fano, Senigallia. Dopo tutte le verifiche per il completo sgombero dell’area marina e lo sparo della cariche di prova, è avvenuto con pieno successo il brillamento, che ha alzato la caratteristica fontana d’acqua di 20 metri circa.

 

ANSA

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...